TERAMO – Si è svolta ieri la terza riunione del tavolo tra le forze civiche e partitiche di centrodestra che hanno condiviso la necessità di costruire, con il giusto anticipo rispetto alla scadenza elettorale del 2023, la coalizione alternativa all’amministrazione di sinistra guidata da D’Alberto.
Nella riunione ampio spazio è stato destinato alla condivisione delle linee del programma per la città di Teramo e al metodo che dovrà accompagnare la coalizione sia nella fase della futura campagna elettorale, che successivamente, in quella di governo della città.
Un’azione di governo che dovrà essere in netta discontinuità con la totale assenza di visione, di programmazione, e di operatività della giunta D’Alberto e dei suoi desolanti risultati, pari solo alla capacità di autocelebrazione del nulla che l’accompagna nella vuota autonarrazione quotidiana.
Tutti i soggetti politici, civici e partitici, ritenendo di aver dato grande importanza al valore della coesione, hanno concordato sulla opportunità di accelerare il confronto programmatico nelle prossime settimane, rimanendo aperti al contributo di tutti coloro che condividono lo spirito del lavoro in corso  e le ragioni ineluttabili della città, e di addivenire a breve, prima della pausa estiva, anche alla individuazione di chi dovrà guidare questo vasto schieramento alternativo all’ amministrazione D’Alberto – Forza Italia, Fratelli D’Italia, Idea, Noi con l’Italia, Futuro In, Verso, Teramo Forte e Gentile, Teramo protagonista, Oltre, Teramo città capolavoro, Biancorossi, Udc