Caos A14, Corneli sollecita Ministero: valutare anche rimedi risarcitori per danni causati a popolazione

ROMA – “La viabilità abruzzese è in ginocchio ed i cittadini continuano a pagare le leggerezze della Società Autostrade”. A dirlo è l’On. Valentina Corneli, che spiega: “Mentre la magistratura fa chiarezza sul pessimo stato di manutenzione dei viadotti i mezzi pesanti deviano nei comuni. In particolare la S.S. 16, nel tratto che attraversa il territorio comunale di Silvi, sta letteralmente collassando sotto il peso di oltre 30mila TIR transitati in appena in sette giorni con il conseguente accresciuto pericolo per la circolazione, spostamenti proibitivi, manto stradale e strutture danneggiate, attività commerciali nel panico, cittadini in stato di mobilitazione permanente”.

“L’aria è divenuta irrespirabile”, prosegue Corneli, “Anche il casello autostradale di Roseto risulta ancora chiuso, con ulteriori disagi alla circolazione. Chi pagherà per questo scempio? Non è possibile attendere l’ennesima catastrofe per provvedere. Ho già sollecitato il Ministero affinché faccia tutto quanto nelle proprie competenze per individuare d’urgenza delle soluzioni alternative e valutare opportuni rimedi risarcitori per i danni causati alla popolazione. Nel frattempo confido nel fatto che la magistratura faccia chiarezza sulle responsabilità e ponga al più presto fine al calvario di automobilisti e residenti costretti a pagare colpe non proprie”.

Read Previous

Pd Teramo, campagna di tesseramento: sede di corso De Michetti aperta anche il pomeriggio

Read Next

Ruzzo, Teramo Vive replica a Grotta e fa le pulci al Bilancio