GIULIANOVA – A partire da domani, 28 settembre, inizierà la distribuzione capillare di un opuscolo nel quale si illustra il progetto di ammodernamento degli impianti di illuminazione pubblica portato avanti da Comune ed Hera Luce. “L’opuscolo illustra in dettaglio – dichiara il sindaco Francesco Mastromauro – un progetto ad ampio respiro cui è già stato dato attuazione, e al quale si continua a lavorare, finalizzato a sostituire gli oltre 4.600 punti luce sui 6.500 esistenti in città intervenendo anche sulle linee e sui quadri elettrici. Entro queste coordinate Giulianova, di qui a breve e nel corso dei prossimi mesi, sarà interessata da imponenti interventi che, oltre alla parte urbana, riguarderanno anche il Centro Storico ed il Lungomare Monumentale dove peraltro già si è avuto, il 1 giugno scorso, un primo intervento attivando nell’aiuola spartitraffico 36 nuovi pali con design moderno e con altrettanti corpi illuminanti a LED ad alta efficienza in sostituzione delle vecchie torri-faro. Si avranno insomma impianti pubblici di illuminazione più moderni, sicuri ed in grado di abbattere i consumi elettrici del 70% riducendo al contempo le emissioni di CO2. E’, questo, un impegno atteso e finalmente pronto a confrontarsi con la realizzazione che costituirà uno scatto in avanti per Giulianova incidendo positivamente sugli standard qualitativi urbani. Infatti”, prosegue il sindaco, “non solo verranno eliminati impianti ormai vecchi, che tante criticità hanno causato nel corso degli anni, ma grazie alla elevata tecnologia dei nuovi apparecchi, senz’altro più efficienti, si darà anche attuazione alle vigenti norme sull’inquinamento luminoso. Efficienza, economicità, sicurezza e innovazione, dunque, in un’ottica di riqualificazione estesa che, con particolare riguardo al Lungomare Monumentale e al Centro Storico, sarà rispettosa delle preesistenze in pieno accordo con la Soprintendenza per i beni ambientali, architettonici, artistici e storici per l’Abruzzo”.
Oltre all’ammodernamento degli impianti di illuminazione, il progetto prevede anche un pacchetto di interventi destinati a rendere Giulia nova sempre più una smart city con l’aumento, tra l’altro, degli spot wi-fi e delle telecamere, della installazione di colonnine per la ricarica delle auto elettriche e con un sistema di te lecontrollo in grado di monitorare in tempo reale lo stato di tutti i 6.500 punti luce della città per garantire non solo una luce più bella ed efficiente, ma anche sicurez za e continuità di servizio, riducendo drasticamen te i rischi di blackout.
“Il progetto di riqualificazione con cui Hera Luce è impegnata, assieme all’Amministrazione comunale, a Giulianova”, aggiunge il direttore generale di Hera Luce Alessandro Battistini, “è al tempo stesso sfidante ed entusiasmante. Sfidante per la vastità dell’intervento e per le complessità tecniche su una rete in buona parte vetusta. Entusiasmante perché stiamo riuscendo ad applicare anche a Giulianova il modello di illuminazione pubblica del Gruppo Hera, in cui la gestione della rete IP è uno dei fattori abilitanti per costruire comunità più sostenibili e aperte alle nuove tecnologie”.