EMERGENZA ABITATIVA E SFRATTI: LO SPORTELLO SOCIALE INCONTRERÀ IL SINDACO E L’ATER

Riceviamo e pubblichiamo:
TERAMO – L’attuale governo, ostaggio delle politiche leghiste di Salvini, dopo essersi scagliato contro i migranti ora punta dritto a chi ha deciso di occupare una casa pur di non dormire in strada. Venerdì 19 ottobre è toccato ad alcune famiglie teramane vedersi attuato l’ordine di sgombero. I provvedimenti fanno seguito alla circolare del Ministero dell’Interno di inizio settembre in cui si sollecitavano le autorità competenti ad attuare queste misure.
È evidente che una questione sociale così delicata come quella della casa e del diritto ad un alloggio non può essere derubricata a problema di ordine pubblico in un’ottica meramente legalitaria. Per questo lo “Sportello Sociale – Usb” oltre ad essere direttamente e costantemente in contatto con i propri concittadini sotto sfratto e con problemi abitativi, ha intrapreso un percorso di lotta interagendo anche con l’Amministrazione comunale di Teramo. L’obiettivo è quello di risolvere i problemi di chi vive difficoltà di questo tipo e riteniamo positivo che il Sindaco D’Alberto abbia dimostrato una certa sensibilità.
Attualmente stiamo seguendo i casi di alcune persone che rischiano di perdere l’alloggio pur vivendo situazioni personali e familiari di grande gravità. A tal proposito, dopo l’incontro interlocutorio, ma molto importante dello scorso 17 ottobre con Assessore competente e Sindaco, il 29 ottobre incontreremo di nuovo l’Amministrazione e questa volta anche l’Ater. Confidiamo di poter sbloccare e risolvere le situazioni che stiamo portando avanti insieme agli inquilini e quindi poter garantire loro un alloggio adeguato.
Il diritto ad un tetto per tutti è la nostra priorità!

Read Previous

ATRI, OSPEDALE SAN LIBERATORE: LA RIABILITAZIONE HA RADDOPPIATO IL NUMERO DI PAZIENTI

Read Next

SILVI, BRUCIA ALTRA ABITAZIONE NELLO STABILE DI SANTO STEFANO A CAUSA DI UN CORTO CIRCUITO DI UNA CIABATTA. NESSUN DOLO