PESCARA – “Chiediamo pari dignità tra tutti i partiti perché abbiamo partecipato alle elezioni regionali con la nostra lista, abbiamo dato il nostro contributo per far vincere il centrodestra”. Lo afferma il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa, a Pescara, a margine dell’incontro con la Direzione regionale del partito. All’iniziativa erano presenti il segretario regionale, Enrico Di Giuseppantonio, la consigliera regionale Marianna Scoccia e altri esponenti del partito. La consigliera, in particolare, ha definito “chiaro ed evidente” il fatto che si vada sulla linea dell'”appoggio esterno“. “Abbiamo dato il nostro contributo con convinzione – dice Cesaabbiamo partecipato alla costruzione di un programma e vogliamo che le cose che abbiamo detto ai cittadini siano rispettate. Per farlo occorre che noi siamo presenti ai tavoli regionali che decidono le questioni che riguardano la vita della gente. O si partecipa alle decisioni politiche, che riguardano non tanto la spartizione di potere, che non ci interessa, ma le cose da fare per i cittadini, o se così non fosse ne prendiamo atto“.  “Vogliamo partecipare alle scelte politiche con pari dignità – aggiunge – Abbiamo preso un numero di voti consistente che ha consentito a Marsilio di vincere. Noi siamo alternativi sia ai sovranisti della Lega e della Meloni sia alla sinistra. Siamo un partito che difende questioni molto delicate, come la vita o la famiglia; questioni che portiamo in tutte le aule, comunali, regionali e in Parlamento“. “Abbiamo già chiesto a Marsilio di vederci, incontrarci e sederci attorno ad un tavolo – dice ScocciaAd oggi è evidente che non c’è stata da parte del presidente nessuna risposta nei confronti del nostro partito, per cui non è necessario che oggi venga deciso se dare l’appoggio esterno o meno, mi sembra chiaro ed evidente che andiamo su quella linea. Ovviamente rimarrò all’interno della maggioranza, ma deciderò volta per volta quelli che sono i provvedimenti e le leggi giuste e necessarie per il nostro Abruzzo”. Per Di Giusepppantonio è “inaccettabile” che non vi sia pari dignità nei confronti dell’Udc, che “rappresenta parte di un elettorato che ha fatto vincere Marsilio“. Il segretario regionale ha poi aggiunto che, nell’ambito del percorso avviato a livello nazionale per la ricostruzione di un centro moderato, ci saranno iniziative anche in Abruzzo, perché “è un passaggio necessario che noi vogliamo fare anche qui” – ANSA –