Atri, FdI chiede a Marsilio di scongiurare l’ampliamento della discarica di Santa Lucia

ATRI – Il coordinamento comunale di Fratelli d’Italia di Atri, chiede al Presidente Marco Marsilio di “porre fine alla telenovela che riguarda l’ampliamento della discarica di Santa Lucia di Atri. Nello specifico, si tiene a rimarcare come l’attività del Commissario del Consorzio Piomba Fino sia totalmente slegata dalla volontà della Giunta Regionale, della Giunta della città di Atri e dei suoi amministratori e soprattutto, dal lavoro dell’Assessore all’ambiente Mimma Centorame. La città di Atri ha avuto negli anni pieno sostegno dalle vicine cittadine di Silvi e Pineto e di tutti i comuni della Valfino, oltre che dagli enti sovracomunali, affinché si impedisse lo scempio dell’ampliamento della discarica di Santa Lucia”.
A maggior ragione Fratelli d’Italia chiede al Presidente Marsilio, nella convinzione che abbia a cuore le sorti della città di Atri e degli atriani e tutti i cittadini della provincia di Teramo, di nominare un nuovo commissario o intraprendere un percorso di concertazione serio e leale, dopo che anche il Comitato CCR-Via ha espresso il suo parere contrario all’ampliamento.
“L’attuale commissario del Consorzio Piomba Fino, nominato dalla passata giunta regionale a guida PD – continua il coordinamento FdI – sembrerebbe stia facendo ostruzionismo politico, piuttosto che svolgere il ruolo per cui è stata scelta. Il ricorso al TAR a spese della collettività, appare più un puntiglio politico e politicizzato che servirà solo a sperperare soldi pubblici. L’auspicio è quello di scongiurare l’ampliamento della discarica, bonificare l’area e ridare dignità a tutto il territorio ed alla vicina riserva regionale Parco dei Calanchi”.

Read Previous

Martinsicuro, deve scontare oltre 5 anni e mezzo di carcere per truffa e ricettazione: arrestato 55enne

Read Next

Unite, campagna di immatricolazioni al via con musica e racconti sul lupo e il suo rapporto con l’uomo