TERAMO – Parte la rivoluzione della Zona a Traffico Limitato al Comune di Teramo, per una ZTL 2.0. Ad annunciarla l’Assessore al Traffico Maurizio Verna nel corso della conferenza stampa tenuta questa mattina con il Sindaco Gianguido D’Alberto, il comandante dei Vigili Urbani Franco Zaina e il funzionario comunale Marco Iustini.

Una rivoluzione che parte dalle modalità con cui inoltrare le richieste di accesso, che saranno digitalizzate grazie a un’app e agli strumenti digitali oggi a disposizione. E’ un processo che mira alla sburocratizzazione della macchina amministrativa, eliminando le lunghe procedure cartacee e rendendo immediato il servizio al cittadino.

Al momento restano valide le 17 tipologie di accessi autorizzati alla ZTL, ma sarà necessario rimodularle in futuro, perché riferite a diversi anni addietro. Come è anche in progetto di riconsiderare la perimetrazione della zona a traffico limitato per migliorarla e ampliarla, secondo i criteri già adottati per Corso San Giorgio, ad altre zone; e si legga Porta Melatina, con il recupero della struttura dell’ex manicomio.

Nota dolente della nostra città è il controllo sulla limitazione degli accessi delle auto che spesso ne violano  i confini, ma per questo, annuncia Verna fuori conferenza, si potrebbe decidere in futuro di utilizzare persino un drone che individui i contravventori.

Nuova ordinanza, in tempi brevi, per l’eliminazione dei furgoni di carico e scarico merci per il mercato del sabato, per la cui soluzione si stanno verificando le possibilità di raddoppiare il numero degli stalli e far fronte alle richieste ed esigenze degli ambulanti.

 

Ascolta l’Assessore al Traffico Maurizio Verna