NERETO  – La pandemia da coronavirus che ha colpito l’Italia e gran parte del mondo ha messo in evidenza, per i drammatici risvolti in termini di perdita di vite umane e di tenuta dei servizi e delle strutture della sanità pubblica, quanto sia urgente tornare a dare senso e concretezza al portato dell’art. 32 della Costituzione: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.”.

Un principio fondamentale, posto a tutela soprattutto delle categorie deboli, quelle più fragili, le più esposte al rischio della malattia, in particolar modo nelle situazioni di emergenza e tensione come quelle attuali.

Per queste ragioni, la sezione ANPI Val Vibrata ha voluto e promosso una raccolta fondi finalizzata a dare sostegno alle strutture che ospitano anziani, una iniziativa che conclusa ha consentito di acquistare 500 mascherine, riutilizzabili per 4 volte, e 250 camici da distribuire, appunto, alle strutture delle RSA e Case di Riposo della Val Vibrata di Nereto, Sant’Omero e Civitella del Tronto.

La sezione ANPI Val Vibrata, nel ringraziare tutti coloro che hanno offerto il proprio contributo, nonostante le difficoltà del momento, d’intesa con la dirigenza delle strutture, l’Avv. Elisabetta Cantore – Presidente ASP Uno Teramo – la Dott.ssa Claudia Maraessa – Direttrice Casa di Riposo di Nereto, e la Dott.ssa Sandra Di Domenico – Direttore Generale ASP UNO Teramo,  ha previsto due cerimonie per la consegna del materiale sanitario acquistato con la raccolta fondi:

  • sabato 20 giugno, la mattina alle 9:30 presso la casa di riposo di Nereto
  • sabato 20 giugno, il pomeriggio alle 15:30 presso la struttura di Civitella del Tronto.

L’ANPI intende porsi in prima linea nel rispetto e nella promozione dei principi costituzionali, a partire dalla tutela della salute, quale fondamentale e non negoziabile diritto umano.

ANPI Sezione Val Vibrata

Il Presidente

Avv. Francesco Antonini