Breaking News :

FOTO | Fondi erosione costa, Sib Confcommercio sconcertata: siamo abbandonati e stanziano fondi per i cartoon

L’AQUILA – Si sono ritrovati questa mattina a L’Aquila i balneatori abruzzesi per esprimere le loro perplessità dopo le mareggiate e i danni che queste ultime hanno provocato lungo la costa adriatica. C’erano anche quelli di Casalbordino come ha confermato il sindaco, Filippo Marinucci, che ha partecipato all’iniziativa: “Insieme con i balneatori casalesi per condividere le loro preoccupazioni e per far capire alla Regione che noi Sindaci dei comuni costieri viviamo giornalmente una realtà martoriata e cerchiamo di essere il ponte per trovare soluzioni condivise per far convivere diverse realtà che vivono della risorsa mare. Oggi insieme a loro abbiamo, a gran voce, richiamata l’attenzione sulla nostra costa, dove le opere di difesa non sono mai state ultimate perché i fondi finanziati sono arrivati senza un piano ben definitivo o a spot per eventi eccezionali ed hanno solo accentuato l’erosione.” Sindaci, operatori turistici e balneatori si sono ritrovati all’esterno dell’Emiciclo, sede del Consiglio regionale d’Abruzzo, in occasione della seduta odierna straordinaria convocata per stanziare risorse per i danni causati dal maltempo sulla costa adriatica. Il motto unanime è quello di ottenere interventi strutturali di ripascimento e messa in sicurezza oltre all’attivazione di un tavolo tecnico, mentre è chiaro il no a interventi a spot come nel passato in caso di calamità. Dopo il sit-in, una delegazione è stata ricevuta dai capigruppo in Consiglio regionale, qui il governatore Marsilio ha annunciato la stanziamento di 2 milioni di euro, attualmente senza copertura finanziaria. A riguardo è dura la posizione di Alfredo Di Rito del Sib Confcommercio: “Sono sconcertato. Le imprese balneari vengono lasciate all’abbandono. Sono stati stanziati 750.000,00 per il 2020 e 750.000,00 per il 2021, ma servono più fondi. Con un emendamento “intruso” sono stati stanziati 488 mila per un festival di animazione cartoon, lasciando così in balia del proprio destino le imprese turistiche”. Nel corso del Consiglio regionale è intervenuto anche il Capogruppo M5S Sara Marcozzi. “Siamo favorevoli allo stanziamento dei fondi per intervenire con urgenza dove si sono avuti danni sul nostro litorale, ma ancora una volta assistiamo alla confusione in cui si trova il centro destra su ogni tema. Ho visto Consiglieri di maggioranza affermare cose opposte a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro, tra chi ritiene di avere la soluzione a portata di mano e chi invece espone la necessità di attendere il parere dei tecnici per capire come intervenire”. “Al tempo stesso – continua – il Presidente Marsilio ha affermato che i danni sono stimati sui 50 milioni di euro, ma non ha specificato come questa quantificazione sia stata fatta. La realtà è che ci troviamo un’altra volta a dover affrontare un’emergenza maltempo sulla costa abruzzese, senza che il governo regionale di turno strutturi un piano per agire sulla prevenzione. Un copione che si ripete ogni anno, senza che nessuno dimostri di avere una visione a lungo termine. Il motivo mi sembra chiaro: la realizzazione di un progetto cantierabile, realistico e ben studiato, non è spendibile in termini di consenso elettorale perché, con ogni probabilità, la sua realizzazione definitiva arriverebbe a legislatura terminata”. “Io sfido la maggioranza a pensare all’Abruzzo dei prossimi 15 o 20 anni, non a quello della prossima tornata elettorale. Scrivere emendamenti o chiedere fondi allo Stato per aiutare i balneatori è doveroso per tamponare le emergenze, ma non si può assistere ogni anno ai soliti disagi senza che sia strutturato un piano a lungo termine. Il centro destra ha davanti a sé altri quattro anni e mezzo per governare la Regione, hanno tutto il tempo per iniziare un percorso e dare una soluzione concreta a un problema che ci trasciniamo dietro da decenni. Vedremo se vorranno realmente pensare agli abruzzesi, e non a capitalizzare il consenso per la prossima elezione”, conclude.

Read Previous

VIDEO | Sandro Mariani contro Marsilio: da Presidente fantasma ai cartoni animati

Read Next

VIDEO | Calcio C, a Bari con la tessera del tifoso (per adesso). Martignago: “Voglio affermarmi qui”