Basket B, alla TASP anche il derby contro il Giulia Basket (72-55). Stirpe: “Grande Prova del Collettivo!”

TERAMO – Due derby vinti in 8 giorni contro rivali storiche! Non poteva esserci inizio migliore per la Teramo
a Spicchi nella prima e storica esperienza in Serie B. Prima esperienza per coach Simone Stirpe, esordiente in questa categoria, come per la società del presidente Fabio Nardi, ora al comando del girone N di Super Coppa dopo le nette vittorie contro Pallacanestro Roseto (71-61, nella gara giocata l’11/10) e Giulia Basket (72-55 nel match disputato domenica scorsa):
“Sapevamo che la gara contro Giulianova poteva essere complicata – commenta l’allenatore
biancorosso – sia perché avevamo delle assenze importanti sia perché gli avversari avrebbero
voluto riscattare il -31 di Civitanova. Sapevamo che avrebbero corso molto cercando soluzioni
rapide e che avrebbero difeso forte. Ciononostante nel primo tempo non siamo stati in grado di
controllare il ritmo gara e siamo andati dietro al loro modo di giocare. Abbiamo preso cattive
decisioni e eseguito male i giochi, privilegiando troppo le conclusioni individuali. Abbiamo
sofferto la loro pressione costante. Ci hanno messo le mani addosso, l’arbitraggio lo ha
permesso e noi ci siamo innervositi”.
Dall’intervallo in poi la Rennova Teramo ha però trovato la chiave di volta per ribaltare a suo
favore la situazione: “Il secondo tempo poteva essere complicato – prosegue l’allenatore della
TaSp – anche per l’ulteriore assenza di Serroni e invece i ragazzi sono stati quasi perfetti. Si
sono compattati, hanno alzato l’intensità in difesa aggredendo gli avversari e giocando duro. In
attacco abbiamo trovato soluzioni migliori in transizione, perdendo meno palloni e controllando
meglio il ritmo. Abbiamo eseguito con più precisione e intensità e tutti hanno preso le loro
responsabilità”.
Buoni segnali sono arrivati quindi da diversi giocatori della squadra in vista dell’ultima e decisiva
sfida di Super Coppa contro Civitanova. Partita che varrà l’eventuale passaggio del turno:
“Ovviamente – conclude coach Stirpe – sottolineo il secondo tempo Di Bonaventura sui 2 lati
del campo ma questa partita è stata l’occasione per far giocare minuti importanti a Wiltshire,
giocatore che per noi diventerà fondamentale. Ricordiamoci che è del 2001 e che ha bisogno di
stare in campo, di sbagliare, di prendere colpi e per completare il suo percorso di crescita.
Anche Massotti è stato molto bene in campo mentre Cristiano Faragalli ha fatto veramente
un’ottima gara. E’ stata proprio una soddisfazione finire il match con dei ragazzi in campo,
anche se per poco tempo”.

Teramo a Spicchi: Serroni 4, Ragonici, Wiltshire 11, Faragalli F. 2, Guilavogui 3, Massotti,
Esposito 3, Tiberti 16, Di Febo, Di Bonaventura 24, Faragalli C. 9. All. Simone Stirpe, ass. all.
Massimo Gramenzi
Giulia Basket Giulianova: Scarpone F., Di Carmine 6, Spera 4, Galliè, Tognacci 2, Epifani 8,
Di Poce 6, Scarpone S., Thiam 20, Dron 9, Cantarini, Paoli. All. Andrea Zanchi, ass. all.
Giovanni Montuori.
Parziali: 13-14, 38-35, 58-41, 72-55

Read Previous

In fuga dal killer: quando finirà l’incubo

Read Next

Abruzzo come set cinematografico, CNA chiede a Film Commission coinvolgimento operatori locali