PESCARA – Eventi, appuntamenti, momenti di formazione e informazioni che daranno vita ad un vero e proprio percorso temporale e tematico, per una “società aperta e accogliente in cui ogni persona possa essere se stessa, tutelata nell’espressione del proprio orientamento sessuale e della propria identità di genere”. In altre parole, “un futuro migliore” e un Abruzzo “forte, gentile e orgoglioso”. Tra mostre e dibattiti, ecco la prima “Pride week” della regione Abruzzo. A causa delle misure anticontagio, non ci sarà la classica marcia, ma l’iniziativa, al via domani, si concluderà il 27 giugno con un flash mob.
La Pride week è stata organizzata dal coordinamento Abruzzo Pride, composto dalle associazioni Arcigay Chieti – Sylvia Rivera, Jonathan – Diritti in movimento, LaFormica Viola e Mazì Pescara. Stamani la presentazione del programma. Perno delle attività sarà il Circolo Aternino di Pescara, dove domani, alle 18, prenderà il via l’evento e saranno inaugurate le due mostre “Loves” e “Religo”. (ANSA).