La somma stanziata per le Adsu dalla Regione Abruzzo, come già denunciato dagli studenti e divenuto oggetto delle richieste e analisi contenute nelle note rilasciate dal PD e dai Capigruppo di centro sinistra in Regione, non copre neppure la metà  del pagamento delle borse di studio: 187.000,00 euro contro i 521.000,00 necessari solo a Teramo.
Ma questo non è l’unico scoglio che gli studenti universitari hanno davanti in questa emergenza: legittima è anche la richiesta da loro avanzata affinché, per tutto il periodo men in cui non è possibile usufruire del servizio mensa, per via delle norme di tutela sanitaria in corso, venga liquidata in forma monetaria agli studenti destinatari di borsa di studio la parte della borsa relativa al vitto non goduta, secondo quanto previsto dalle norme vigenti, rimborsando le somme che i borsisti stanno affrontando e che invece non avrebbero sostenuto in costanza del servizio sospeso.
Il Partito Democratico provinciale di Teramo sostiene gli studenti e le loro famiglie anche nella richiesta d’intervento sugli affitti per gli universitari che rischiano di essere un peso insostenibile per tanti.  Abbiamo già rappresentato la necessità di disciplinare l’aspetto degli affitti per universitari ai Parlamentari eletti nel nostro territorio e confidiamo che sia contenuto nel prossimo Decreto che il Governo nazionale sta ultimando.
Sull’argomento interviene anche il Capogruppo PD al Comune di Teramo, Luca Pilottigli studenti sono il bene fondamentale non solo delle Università ma anche delle Città che tali Università ospitano e più intenso è il rapporto e lo scambio tra le due realtà, maggiore è la ricchezza che l’intera Comunità ne riceve” – Piergiorgio Possenti Segreteria provinciale PD Teramo