FOTO | Pineto, corposo intervento di potature preventive per proteggere i pini dal Tomicus

PINETO – Sono in corso a Pineto le azioni di potatura sul grande patrimonio arboreo della città per proteggere i pini dal Tomicus. Alcune piante, infatti, sono state attaccate da questo coleottero della corteccia e, in linea con quanto indicato dagli esperti, si sta procedendo a mettere in atto tutte le azioni a tutela della salute degli alberi. In questi giorni ben 900 pini sono stati potati per togliere le parti secche, sia come prevenzione dagli incendi, sia in difesa dal Tomicus che attecchisce di più sul secco. Questo intervento fa parte di una serie di azioni messe in campo dal Comune di Pineto che prevede anche il monitoraggio di tutto il patrimonio arboreo, pubblico e privato, della città e soprattutto della pineta storica che va da Via Venezia alla Torre del Cerrano. I focolai individuati dagli esperti al momento sono 26 e sono previsti, oltre a eventuali tagli, trattamenti endoterapici e di nebulizzazione sicuri e non tossici. L’ente ha anche attivato lo sportello del verde, un servizio di assistenza e consulenza per le problematiche di gestione e tutela del verde ornamentale, pubblico e privato. Il servizio comprende anche tutte le verifiche fitosanitarie e bio-statiche delle piante con rilascio di relazione tecnica e assistenza alla compilazione dei documenti per le autorizzazioni comunali di intervento sugli alberi. È possibile richiedere un sopralluogo di un tecnico abilitato il quale si recherà dall’utente per valutare la situazione. I sopralluoghi e le attività di consulenza sono completamente gratuite per il cittadino. Ulteriori informazioni possono essere richieste agli uffici comunali, è possibile anche telefonare al 0861 777139 o scrivere una mail all’indirizzo: sportelloverde@resagraria.com.

L’intervento in corso è tra i più importanti degli ultimi anni – commenta l’Assessora all’Ambiente del Comune di Pineto, Marta Illuminati per vedere se riusciremo a evitare drastici tagli, occorrerà aspettare ottobre 2021, quando potremmo capire se questi trattamenti siano stati efficaci, dato che questo coleottero attacca in particolare d’estate. Qualora dovesse essere necessario procedere con dei tagli, come abbiamo fatto in passato, abbatteremo e ripiantumeremo nuovi pini. Come Comune stiamo partecipando a due progetti che possono aiutare per nuove piantumazione, uno è il progetto Life, l’altro è il progetto con la Regione Abruzzo, Joint Secap. Noi garantiamo che la nostra pineta sarà sempre salvaguardata e protetta. Ricordo ai cittadini che qualora avessero nei giardini pini colpiti dal Tomicus o ne avessero notato uno in città possono segnalarlo telefonando allo sportello del verde per una consulenza”.

Read Previous

Lettera di Pietro Tribuiani a Luigi D’Eramo: poste condizioni per “accettare” Costantini

Read Next

Il Console onorario di Lituania Maurizio Cocciolito in visita al Sindaco di Teramo