Erosione costa nord Pineto, Forza Italia incalza: “intervenire come da programma della Regione”

PINETO – “Dopo oltre 15 anni di interventi con ripascimento morbido sul litorale nord di Pineto, senza risultati e con una spesa pubblica di circa 10 milioni di euro, il Sindaco ha ancora dubbi sugli interventi in programma da parte della Regione con la realizzazione di barriere soffolte”. Il commento è di Forza Italia Pineto, in una nota a firma del Coordinatore, Angelo Mantini e del Consigliere Comunale, Paolo Passamonti. “Vogliamo far riflettere inoltre sulla realizzazione delle barriere verticali realizzate dalle amministrazioni di centro-sinistra dal Fiume Vomano fino a Pineto – continua il comunicato – che hanno definitivamente distrutto l’arenile a nord di Pineto, realizzate senza un progetto sottoposto a V.I.A. ( Valutazione di Impatto Ambientale)”.

“Le opere in programma dalla Regione Abruzzo per il tratto di costa Nord di Pineto inizia nel lontano 2015, quando fu subdelegato il Comune con un finanziamento di 1 milione di euro; dopo oltre sei anni il Comune di Pineto non ha neanche realizzato una progettazione esecutiva e pertanto è stato revocato il finanziamento da parte della Regione che oggi propone un progetto esecutivo per risolvere il problema ed i responsabili del disastro causato in questi anni hanno ancora il coraggio di perseverare. Vogliamo ricordare al Sindaco e al Presidente del Parco Marino, che non è il momento di contrapposizioni politiche ma di intenti per risolvere un problema che si ripercuote su tutta l’economia turistica della Città e in particolare di Villa Ardente”, concludono i due esponenti forzisti.

Read Previous

VIDEO | Nuovo ospedale Teramo, Consiglio comunale esautorato. Fracassa: “scelta dell’area non si può delegare ad Asl”

Read Next

Crescita e competitività aziende turistiche alberghiere: siglato accordo tra BPER e Confindustria