Calcio C, e se il futuro del Teramo fosse meno incerto di quel che si pensi?

TERAMO – Sbigottimento? No. Il presidente della squadra di calcio della nostra città lo aveva già detto di essere in trattative per ampliare la base societaria: oggi scrive che non si sono concretizzate.
Altrettanto vero è che non sia stato chiarissimo sulle volontà, perché in una fase ci dice che stia valutando seriamente se iscrivere il Teramo, ed in un’altra che dovrà, suo malgrado “…ritenere conclusa l’esperienza societaria“.
E’ vero che a Supergol dichiarò telefonicamente che la società sarebbe andata avanti con lui anche nel prossimo futuro, ma i telespettatori più attenti ricorderanno che in una fase diversa dello stesso intervento, fece dei distinguo.
Il Pef? Che c’entra? E’ altro: nella nota di stamane l’argomento non viene neppure sfiorato e chi ce lo vuole mettere dentro a tutti i costi, forza le situazioni, che sono diverse, come spesso ci è stato ricordato da più parti.
Restiamo, pertanto, sulle vicende calcistiche biancorosse: sì all’iscrizione? Chi era interessato al Teramo lo è ancora: si può ipotizzare una Lega Pro con altro quadro dirigente e con personaggi di calcio. No all’iscrizione? C’è la possibilità di disputare il prossimo campionato di Serie D, magari con lo stesso gruppo che oggi non avrebbe concretizzato intese con il presidente della squadra di calcio della nostra città. Perchè no?

Read Previous

Riserva Borsacchio, M5S si associa alla preoccupazione espressa dalle Guide

Read Next

Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil di Teramo esprimono vicinanza alla famiglia del lavoratore e sindacalista Adil Belahkdim

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: