Prelievi del sangue indifferibili, attivato al COC di Teramo un protocollo con la Asl: si farà a domicilio

TERAMO – Questa mattina il Vicesindaco di Teramo Giovanni Cavallari, ha raggiunto un accordo con il Direttore Generale della ASL e con il Direttore dell’ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) dott. Ceci, a favore delle persone, in particolare anziani, che hanno necessità di recarsi con frequenza ad effettuare prelievi indifferibili di sangue.

Nello specifico l’intesa riguarda l’esame PT PTT INR, per effettuare il quale gli interessati erano fino ad ora obbligati a recarsi nell’ambulatorio specifico della ASL.

In virtù dell’intesa raggiunta stamane, non sarà più necessario muoversi da casa. La procedura, cui si ricorrerà ovviamente per il solo periodo dell’emergenza Coronavirus, prevede che la richiesta di prelievo debba essere effettuata dal medico di base dell’interessato il quale la inoltrerà al COC; da quest’ultimo l’istanza verrà comunicata all’ADI, che provvederà a sua volta ad inviare nella residenza dell’interessato un infermiere specializzato ed autorizzato ad effettuare appunto il prelievo.

Il vicesindaco Cavallari ringrazia per la disponibilità il Direttore Generale e il dottor Tommaso Ceci rimarcando come il COC continui a confermare il proprio ruolo centrale e indispensabile in questo difficile momen

Read Previous

D’Alessandro su Ospedale Covid ad Ortona: “Solo due marziani come Marsilio ed il Direttore Asl di Chieti potevano non sapere cosa c’è ad Ortona”

Read Next

TUA, Confindustria e Anav: documento congiunto di proposte per il TPL abruzzese