Calcio C, a Teramo si è presentato Codromaz: “Non mollo mai e sono prontissimo”

TERAMO – “Due allenamenti sono bastati per comprendere che questa squadra sta lavorando tantissimo ed a ritmi elevatissimi“. Sono queste le prime dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa da Roberto Codromaz, 26 anni, difensore centrale al quale si chiede di dare concretezza al reparto.

Sono a Teramo perché ho bisogno di giocare e spero di riuscire a farlo – aggiunge-: a Piacenza ero partito titolare e lo sono stato per almeno una decina di partite, poi non più. Era giusto andar via e raggiungere a Teramo il mister, che so mi aveva cercato in passato“.

Sul fatto che il suo sia un percorso calcistico identico, almeno nel recente passato, a quello di Lorenzo De Grazia (Ravenna-Piacenza-Teramo – ndr-) per Codromaz è una pura casualità, ma poi ammette “…devo dire che Lorenzo mi ha anche lui spinto ad accettare Teramo“.

Non teme le difficoltà del campionato anche perchè, con molta schiettezza, pur venendo da una retrocessione nei play-out, a Ravenna, dice: “Fare paragoni è sempre antipatico ma sono convinto che questo Teramo sia di caratura decisamente diversa, migliore“. Accostandolo da difensore centrale ad un ex biancorosso, Jan Polak, “il soldato” o il “Corazziere di Liberec“, lui sorride ed afferma: “L’ho conosciuto da avversario: forte. Posso dirvi che non sono uno che molla, questo è certo; spero di riuscire a portare anche tanta grinta nella giovane difesa biancorossa“.

Iniziando da Pesaro? “Io sono allenato e sto bene: se così dovesse essere non mi tirerò certamente indietro“.

  • Note già pubblicate da ekuonews – Roberto Codromaz, 26 anni compiuti da tre mesi, arriva dal Piacenza (11 presenze ed una rete quest’anno), dopo le esperienze nel 2020-’21 tra Trieste e Rimini (16 presenze complessive ed una rete) e, nel 2019-’20, tra Juve Stabia e Ravenna (28 presenze complessive ed una rete). In precedenza, dopo essere cresciuto nelle giovanili dell’Udinese, ha militato per tre anni nella Feralpisalò (23 presenze ed un goal) ed altre tre a Trieste (52 presenze ed un goal).

 

Read Previous

Giulianova, pedonalizzazione di via Nazario Sauro e un’enorme “piazza sul mare”

Read Next

Imprese danneggiate dal Covid: “Legge regionale nel cassetto da maggio”