SERIE C, IL TERAMO SUPERA IL FANO (2-1) E CONQUISTA LA SUA PRIMA MERITATA VITTORIA IN CAMPIONATO

TERAMO – Alla fine vince il Teramo con molta sofferenza, ma riesce ad avere la meglio del Fano  per 2-1.  Prima vittoria per i biancorossi in campionato e terza complessiva nell’anno 2018 davanti al proprio pubblico. Buona la prima per il neo allenatore Agenore Maurizi.
Il Teramo del post Zichella e’ in campo con un 5-3-2. Non c’e’ Ventola nell’undici iniziale di mister Agenore, al suo posto Fiordaliso. Mancano Altobelli, infortunato, e Proietti squalificato. Coppia d’attacco inedita, Piccioni- Bacio Terracino. In panchina Di Renzo.  Parterre d’eccezione in Tribuna con la presenza del grande ex Simone Pepe. 1223 gli spettatori.

Veniamo alla cronaca. Il Teramo parte con il piglio giusto.  Al decimo c’e’ la prima palla gol per i biancorossi con un tiro di Bacio Terracino, su assist di Piccioni, respinto d’istinto dall’estremo difensore del Fano. Il Teramo spinge e al 17esimo passa meritatamente in vantaggio con De Grazia, servito perfettamente da Piccioni, su un’azione pregevole impostata da Spighi. Il Fano non reagisce e costruisce poco. Il primo tiro in porta e’ al 32esimo con Ferrante che spara alto sopra la traversa.
Al 39esimo il Teramo e’ vicino al raddoppio con De Grazia in area che ruba una palla sporca, il tiro pero’ e’ respinto dal Sarr. Finisce qui il primo tempo, con il Teramo meritatamente in vantaggio pur nel contesto di una prestazione sin qui esaltante.

Nella ripresa il Fano parte con un altro piglio, dopo un giro di lancette diagonale insidioso di Filippini a fil di palo. Non ci arrivano per il tap in vincente Diallo e Lulli. Al 4′ e’ ancora Filippini a portare scompiglio nell’area del Teramo sulla fascia destra ma la palla non e’ raccolta da nessuno.
Al nono, sul rovesciamento di fronte,  e’ Bacio Terracino ad avere una buona occasione ma svirgola clamorosamente. Ma e’ il preludio al gol. Dal terzo angolo nel giro di due minuti Caidi di testa perviene al raddoppio.
Il Fano corre ai ripari e al quarto d’ora Mister Epifani fa ben tre sostituizioni: entrano Cernaz, Lazzari e Acquadro al posto di Magli, Lulli e Selasi. Il Teramo risponde subito con Zenuni al posto di Spighi e Barbuti al posto di Piccioni.
La partita sembra chiusa ma al 22′ la difesa del Teramo distratta, i marchigiani ne approfittano e accorciano le distanze con Ferrante. Il Fano a questo punto prende coraggio. Al 26′ ci prova ancora Ferrante di testa. Mister Maurizi corre ai ripari sostituendo Mastrilli con Ventola. Al 29′ clamorosa palla gol per il Fano ancora sui piedi di Ferrante con una sventola che finisce di poco fuori.
Il Fano spinge mentre i biancorossi, stanchi in questi minuti di gioco, arretrano troppo il baricentro. Al 40′ ancora Fano con una conclusione di Scimia che finisce di poco out.
La partita ora e’ nervosa: al 42′ viene allontanato l’allenatore in seconda del Teramo Edmondo De Amicis, per proteste.
Finale palpitante: il Fano ancora pericoloso in pieno recupero con una conclusione dalla distanza di Lazzari, respinta di pugno da Lewandowski.
Termina qui la gara, con Teramo che seppur con sofferenza porta a caso il risultato. Prima vittoria per il Diavolo, e prima anche di Mister Maurizi.

 

 

Read Previous

TERAMO, “COSTRETTA” DAL TAR LA ASL STABILIZZA 11 FISIOTERAPISTI

Read Next

VIDEO | TERAMO CALCIO: UN CAMPITELLI FINALMENTE SODDISFATTO