Sant’Omero, sopralluogo presso ditta Sval: l’opposizione chiede lumi all’amministrazione

SANT’OMERO – Nella “Sant’Omero che vogliamo”, per la quale “il meglio deve ancora venire”, pare che tutti siano intenzionati ad accelerare tale venuta; infatti da un’articolo odierno della stampa, risulta essere stato effettuato un nuovo controllo edilizio presso la Ditta SVAL (già destinataria di una variante approvata, poi revocata per illegittimità, e titolare di un permesso a costruire rilasciato in un assolato Ferragosto, mai annullato in virtù dell’assenza dei presupposti), da parte della Polizia Locale di Sant’Omero e, successivamente, del Tecnico Ing. Marcellini su segnalazione di alcuni residenti, che lamentavano la presenza di corposi lavori di movimento terra.

Già precedentemente, ricordiamo, i lavori della SVAL, conseguenti al famoso Permesso a Costruire basato su una variante poi revocata, erano già stati oggetto prima di sospensione, dopo l’esposto presentato al Comune, poi di successivo provvedimento di ripristino dello stato dei luoghi, ripristino, ad oggi – pare – mai eseguito.

La cosa sconcertante di tutta questa vicenda, che aggiunge ulteriori interrogativi, è che i lavori oggetto di controllo della Polizia Locale si stavano realizzando proprio in concomitanza con la seduta del Consiglio Comunale di questa sera, avente ad oggetto anche la risposta alle osservazioni formulate dalla Provincia (che già avevano causato la revoca della precedente variante in favore della SVAL), e con vista sulla prossima variante generale al PRG (che sia proprio questo il motivo dell’attesa durata quasi sei anni, in barba ai proclami fatti al momento del primo insediamento di questa Giunta?)

Ora sarà compito degli uffici preposti verificare la natura e l’entità dei lavori eseguiti, mediante la sovrapposizione dei rilievi fotografici effettuati con quelli precedenti; dall’articolo sembrerebbe poi che la Polizia Locale abbia già identificato, all’uscita del cantiere, il conducente dell’autoarticolato che trasportava i mezzi d’opera.

Attendiamo adesso che l’Assessore al PRG, e non il consigliere delegato, riferisca su questa vicenda che sta assumendo contorni grotteschi, e continuiamo a chiedere le immediate dimissioni del consigliere Rastelli.

CONSIGLIERI DI MINORANZA SANT’OMERO FUTURA

ERICA SANDRA CELESTINI

NADIA CIPRIETTI

ENRICO DI EGIDIO

GIORGIO DI SABATINO

Read Previous

Il CSI Teramo dimezza i costi di iscrizione per supportare le Associazioni dopo l’emergenza Covid

Read Next

PRC e Giovani Comunisti sulla scuola: insufficienti risorse del Governo, ipocriti i Presidenti delle 4 Province