Salvaguardia dei Beni Culturali, un Corso di Protezione Civile per il loro recupero in emergenza

CANZANO – Evitare ulteriori danni ai Beni Culturali, secondo le procedure corrette da attuare nel corso del loro recupero in caso di calamità naturali. Questo è l’obiettivo principale del Corso di formazione per volontari di Protezione Civile sulla salvaguardia dei Beni Culturali in emergenza, organizzato dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo, Comitato Regionale Abruzzo, e patrocinato dai comuni di Canzano, Castel Castagna, Colledara, Cermignano, Penna S. Andrea e dalla Provincia di Teramo.

Il corso, rivolto a volontari di Protezione Civile o aspiranti tali, ma anche a professionisti del settore, intende formare figure specializzate nel recupero di opere d’arte, dando loro le conoscenze e le competenze necessarie sulla materia ed è articolato in due incontri, il 19 e 20 settembre curati da Luigi Barlafante, formatore riconosciuto dal dipartimento di Protezione Civile e Valentina Muzii, restauratrice di opere d’arte, con esperienza in emergenza. Conclusione il 27 settembre con una prova pratica guidata, obbligatoria per volontari e architetti. Gli incontri si terranno presso il Palazzo De Berardinis di Canzano.

L’iniziativa è riconosciuta dall’Ordine degli Architetti e dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Teramo.

 

 

Read Previous

Televisione, Sky sconfitta al Tar per il “Pacchetto Calcio”

Read Next

Caccia in Abruzzo, WWF: i cittadini possono chiederne il divieto sui propri terreni