Volley A3, l’Abba battuta a Pordenone (3-1) con poche recriminazioni

PORDENONE – Nella seconda giornata del girone bianco di ritorno del campionato di Serie A3 Credem Banca l’ABBA Pineto Volley perde per 3-1 nell’insidiosa trasferta contro Tinet Prada di Pordenone. Dopo il primo set chiusosi 25-16, nel secondo sono ancora i Passerotti a condurre le danze 25-21. Il terzo parziale vede la riscossa biancazzurra 21-25. Nel quarto set però la Tinet chiude i giochi 25-22.
Il match inizia con il consueto equilibrio delle sfide di alta quota. Le due compagini provano a studiarsi con la Tinet che prova un piccolo allungo sull’8-5. Ci pensa però Link, dopo uno scambio al cardiopalma con ricezioni al limite da ambedue le parti, a siglare in diagonale il punto del 9-7. Come sempre i friulani si dimostrano letali in battuta: Yordanov dinamitardo trova l’ace del 13-8. Mister Rovinelli dunque chiama immediatamente il time out per riaddrizzare l’andamento della contesa. Sale in cattedra anche Catone con una grandissima difesa e contemporaneamente un’alzata precisa per Bertoli che infila il punto del 14-10. I servizi dei padroni di casa mandano in crisi l’ABBA che non riesce a lavorare bene consentendo a Prata di allungare 17-10. Cambio
Bertoli per Del Campo, e secondo tempo tecnico chiamato da mister Rovinelli, l’ABBA prova a riorganizzarsi. L’ex del match Link scaglia il pallone fuori ma chiama il video check. L’occhio elettronico conferma la sfera fuori con nessun tocco del muro locale. I pinetesi non ci stanno: Persoglia di forza prova ad accorciare sul 19-11. Katalan prova ad allungare per i suoi, sfera out e video check che conferma l’errore. Capitan Calonico prova a suonare la carica e caricare i suoi con un bel punto che vale il 20-14. Link non vuole cedere e con uno splendido mani out cerca di tenere vivi i suoi. L’ace però di Bonifante regala ben 8 palle set ai padroni di casa. Dopo l’errore nel successivo servizio, gli abruzzesi emulano l’errore e concedono l’1-0 alla Tinet.
Nel secondo set i ragazzi del presidente Abbondanza iniziano a spron battuto. Prima Disabato in diagonale, poi Link con un ace millimetrico confermato dal video check scrivono sul tabellone Tinet Prada 0 ABBA 2. E’ dello stesso copione capitan Calonico che di prima intenzione su una gestione errata in difesa dei friulani sigla il massimo vantaggio. I biancazzurri provano a sfruttare il momento positivo con Link per il poker consecutivo. All’ace di Link risponde quello di Boninfante che viene però annullato dal video check chiamato intelligentemente damister Rovinelli. Stesso copione scrive il servizio di Disabato e dunque mister Boninfante chiama il time out per correggere l’inizio shock. La mossa paga con Prata di Pordenone che accorcia sensibilmente grazie ad una buona incisività a muro. Dopo però l’errore al servizio di Boninfante, i friulani si giocano il secondo e ultimo video check con poca lungimiranza in quanto le immagini confermano il punto agli adriatici. La partita è vibrante. I nerazzurri riescono a pervenire alla parità sull’11-11 grazie ad una buona incisività a muro. Mister Rovinelli dunque chiama il suo primo time out. La Tinet però è un fiume in piena e vola sul 13-11. Prova a rispondere Catone con un colpo da maestro di seconda che con una traettoria pizzica l’angolo destro. Calonico non vuole essere meno degli avversari ed erge un bel muro sulla bordata di Yordanov. La sfida procede punto a punto. A cercare di invertire il trend negativo è sempre lo svedese volante Jacob Link che trova energicamente il punto del 19-21. I Passerotti però dimostrano la loro solidità e riescono a inanellare tre punti consecutivi che valgono il sorpasso. Dunque mister Rovinelli chiama il secondo video check. Novello però non si deconcentra e trova un grande ace per il 23-21. Dopo una decisione cervellotica della direzione di gara che prima assegna il punto agli abruzzesi e successivamente ravvisa l’invasione ospite, i ragazzi di mister Boninfante hanno ben tre palle set. Subito concretizzate con un super muro dei padroni di casa e 2-0 finale.
Nel terzo set Prata di Pordenone torna subito forte, ottenendo un immediato 3-0. Pineto non ci sta e accorcia con le geometrie di Catone per Link. Il muro dei padroni di casa è insuperabile con Katalan che fa la voce grossa su Persoglia. I ragazzi di Rovinelli si dimostrano imprecisi e con un errore di Del Campo regalano l’allungo per 8-5 ai friulani. L’ingresso di Omaggi in battuta crea benefici per i teramani, infatti il numero 12 si supera con un ace pareggiando sul nove pari. Dopo un muro stupendo di Disabato, Prata di Pordenone chiama il time-out. Al rientro Yordanov in diagonale sbaglia in maniera grossolana, Disabato continua a imperversare e Pineto conquista un vantaggio di tre punti. Il set corre sui binari dell’equilibrio ma con la sensazione che i ragazzi di Rovinelli abbiano maggiori energie. Azione combattuta ma emblematica quando Del Campo con furbizia trova mani out della difesa avversaria allungando il punteggio sul 12-17. Sussulto dei passerotti che danno il massimo e accorciano notevolmente fino a portarsi sul 16-18. Del Campo con una sassata in parallela piazza un punto pesante, sul versante opposto risponde Novello. Fase finale concitata: Novello pecca di precisione, Catone con una mano assiste Link per un colpo da biliardo. Pipe perfetta di Bruno, pallonetto di Link e punteggio sul 19-23. E proprio lo svedese, ex della partita, si supera e concede il primo set ai suoi per 21-25.
Il quarto parziale inizia nelle mani di Pineto, trascinato letteralmente dalle giocate difensive del collettivo e le offensive di Link. Sullo 0-3 Boninfante chiama il time-out. La breve sosta fa bene ai friulani che con un primo tempo di Bortolozzo e un ace di Porro sorpassano gli abruzzesi. Persoglia non sta a guardare e sigla il punto del sei pari, un’invasione di Prata permette il controsorpasso. Il set è acceso ed equilibrato con Baldazzi che in battuta è un pericolo pubblico ma Link toglie le castagne dal fuoco in parallela. Momento favorevole ai padroni di casa, che tornano a coprire bene gli spazi e murano gli attacchi ospiti. Sul 14-11 mister Rovinelli richiama i suoi per dare alcune dritte. Al rientro infatti Del Campo e Persoglia subito decisivi, Pineto è concentrata e con l’ace di Calonico ristabilisce la perfetta parità. Batti e ribatti continuo fino a quando si scatena Bruno che, prima con una bellissima difesa e poi in pipe, costruisce un cospicuo vantaggio. Si accende Link che tiene accesa la speranza, l’errore di Del Campo e l’ace di Baldazzi mettono quasi la parola fine alla partita, ma lo svedese ha ancora qualcosa da dire e tiene i teramani sul 20-18. Porro e Novello in battuta fanno male e Pordenone può festeggiare grazie al punto decisivo di Baldazzi – Ufficio Stampa
Tinet Prada di Pordenone – ABBA Pineto Volley 3-1 (25-16, 25-21, 21-25, 25-22)
Tinet Prada di Pordenone: Baldazzi 17, Katalan 9, Dal Col, Yordanov 6, Gambella, M. Boninfante 3, Bruno 14, De Giovanni, Bortolozzo 15, Novello 2, Porro 3, Rondoni L 35%pos 8%prf , Lauro L. Allenatore: D. Boninfante
ABBA Pineto Volley: Del Campo 5, Calonico 8, Bertoli 2, Marolla, Martinelli, Catone 1, Disabato 7, Persoglia 4, Omaggi 1, Link 22, Fioretti, L Pesare pos, L Giuliani 53% prf  20%. Allenatore: Daniele Rovinelli.

Read Previous

Un treno verde per le aree interne del Gran Sasso: il tema di un’assemblea pubblica del PD

Read Next

Vaccinazioni, potenziata l’organizzazione con 17 hub e 70 postazioni mobili