TUA, IL 1 FEBBRAIO SCIOPERO DI 4 ORE DEI LAVORATORI

La Segreteria Regionale Filt Cgil AbruzzoMolise dopo aver attivato in data 11 settembre 2018 una formale procedura di raffreddamento e conciliazione nei confronti di Tua Spa e dopo aver espletato con esito negativo entrambe le fasi sia presso la sede di Pescara della Società Unica Abruzzese di Trasporto Tua Spa che presso la Prefettura di Chieti,PROCLAMA uno sciopero di 4 ore per il giorno 01 febbraio 2019 di tutti i lavoratori dipendenti dell’azienda TUA Spa nel rispetto delle modalità previste dagli accordi attuativi e dalle provvisorie regolamentazioni di cui alla legge 146/90 così come modificata dalla legge 83/2000 nel settore del trasporto pubblico locale” e di cui alla Deliberazione 23 aprile 2018, n. 18/138 (pubblicata nella G.U. del 19 maggio 2018, n. 115) della Commissione di Garanzia per l’attuazione della Legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali.

Queste le premesse, considerazioni e valutazioni del sindacato contenute nel documento con cui si proclama lo sciopero:

“PREMESSO
che la società TUA Spa persevera nel proprio atteggiamento arrogante e discriminatorio nei confronti di tutte le rappresentanze sindacali che “osino” manifestare dissenso e critiche nell’operato aziendale, arrivando persino ad ignorare sistematicamente tutte le istanze e le richieste di incontro legittimamente inoltrate;
che tale atteggiamento risulta in totale violazione delle più elementari norme comportamentali finalizzate alla composizione delle controversie collettive e alla prevenzione del conflitto nonché di quanto espressamente previsto dal CCNL 28.11.2015 che, non a caso, ha dedicato l’intera PARTE I al sistema delle relazioni industriali e ai diritti sindacali;
che tale atteggiamento risulta altresì in violazione del protocollo sulle relazioni industriali sottoscritto lo scorso 25 gennaio 2017;
che i dipendenti della Società TUA oltre ad avere condiviso misure di armonizzazione e di efficientamento delle condizioni normative e retributive espressamente previste dal CCAL 26/10/2015, si sono visti sottrarre (senza averne responsabilità e pur avendo contributo alla messa in sicurezza dei conti della società) l’erogazione del Premio di risultato 2017 e 2018 nonchè ulteriori riduzioni salariali in busta paga nell’arco dell’ultimo triennio;
che i dipendenti della Società TUA si sono visti altresì sottrarre (per responsabilità regionali) l’erogazione di quanto espressamente previsto dall’accordo integrativo regionale 28 maggio 2004, con una perdita economica per ogni lavoratore quantificabile in circa 1800 euro lordi (25€ da rivalutare x 14 mensilità x 5 anni dal 2014 al 2018);

CONSIDERATO
che la condizione dei servizi offerti ai cittadini, come facilmente riscontrabile anche dai mezzi di informazione, è indubbiamente peggiorata sotto tutti i punti di vista (interruzioni e soppressioni di servizi per guasti in linea, vetustà e pulizia dei mezzi, sistema informativo destinato all’utenza su orari e tariffe, approvvigionamento dei titoli di viaggio ecc. ecc.);
che anche e soprattutto dal punto di vista organizzativo, si registrano disservizi, malfunzionamenti, degrado infrastrutturale, mancanza di coordinamento tra le diverse Unità di produzione, carenza di informazioni, di procedure, di processi e di adeguati sistemi informatici che nell’insieme determinano una pessima organizzazione del lavoro
che continuano a persistere gravi lacune attinenti la trasparenza amministrativa dell’impresa che pur sollecitata formalmente in numerose circostanze, continua ad offrire un inadeguato servizio, impedendo di fatto ai cittadini e alla comunità regionale, la piena conoscenza dell’azione amministrativa e della vita aziendale nonché la facile reperibilità delle informazioni in esse contenute;

CONSIDERATE INOLTRE LE SEGUENTI ULTERIORI PROBLEMATICHE
• Carenza di personale di guida (operatori di esercizio)
• Carenza del personale addetto alle verifiche dei titoli di viaggio
• Carenza di personale di condotta e di scorta (macchinisti/capitreno)
• Carenza di personale addetto alla vendita dei titoli di viaggio
• Mancato espletamento concorso personale manutenzione
• Mancata definizione normativa aziendale addetti biglietterie
• Mancata definizione normativa aziendale addetti alla distribuzione tit.viaggio
• Mancata armonizzazione orario di lavoro personale biglietteria
• Ex Sistema: mancato rispetto accordo 6/7/2018 (trattenute mancato preavviso)
• Ex Sistema: aumento della prestazione lavorativa limitatamente ad alcune figure
• Ex Sistema: mancato ricollocamento personale licenziato
• Chiusure delle biglietterie per mancanza di personale
• Appalti pulimento: verifica costi/benefici
• Servizi commerciali affidati a Sangritana spa: verifica costi/benefici
• Servizi commerciali affidati a Sangritana spa: costi indiretti sostenuti da Tua
• Servizi gran turismo espletati da Sangritana spa: utilizzo del personale Tua
• Riconoscimento anzianità di guida per attività lavorativa prestate in altre realtà aziendali (anche in relazione a recenti sentenze della Cassazione);
• Soppressione servizi minimi tpl su gomma (mancata segnalazione all’utenza)
• Soppressione servizi minimi tpl ferroviari
• Riconoscimenti unilaterali di assegni ad personam e di ulteriori indennità non previsti dal vigente Contratto Collettivo Aziendale 26/10/2015
• Istituto della banca ore (personale amministrativo): difformità di trattamento
• Rinnovo CQC
• Corretta applicazione Istituto della reperibilità: pressioni esercitate sui lavoratori
• Somministrazione di lavoro a t.d.: (violazioni art. 23 A.N. 28/11/2015)
• Protocollo sulle relazioni industriali (25 gennaio 2017): violazioni
• Problematiche e difformità unità di produzione: indisponibilità sale riserva, sale assembleari, provvedimenti unilaterali e punitivi verso l’intero personale
• Servizi informatici indirizzati al personale: consultazione turni, paghe, ferie ecc.
• Definizione organigramma e rap aziendale
• Evasione tariffaria e questione “ronde abusive” sui mezzi pubblici
• Trattamenti normativi e retributivi differenziati e discriminazioni tra i lavoratori
• Utilizzo di personale in mansioni e funzioni improprie
• Fruizione delle tessere di libera circolazione personale dipendente e familiari
• Aumento indiscriminato prestazioni straordinarie e ferie residue
VALUTATA INOLTRE
– La mancata realizzazione di un trasporto pubblico di massa sulla cosiddetta strada parco
– La mancata riorganizzazione delle officine
– La mancata applicazione di accordi sottoscritti
– La continua proliferazione di turni in violazione degli accordi vigenti
– L’effettuazione di servizi minimi (L’Aquila/Avezzano) da parte di altri vettori
– La sussistenza nella società regionale di trasporto TUA Spa, di profili professionali di altissimo livello che contestualmente prestano attività di collaborazione con importanti imprese private
– La vetustà dei mezzi di trasporto
– La disdetta unilaterale di accordi di secondo livello”

Read Previous

GIULIANOVA, PEPE ANNUNCIA 1,2 MILIONI PER GLI INTERVENTI NEL PORTO PESCHERECCIO

Read Next

CNA, PRESENTATO IL PROGETTO “I PERCORSI DEL CAMBIAMENTO”: AL VIA LE CANDIDATURE DELLE IMPRESE