A Teramo il “Festival dei vizi e delle virtù”

TERAMO – Con venti appuntamenti e 57 protagonisti (pensatori, artisti, musicisti, attori) l’associazione “Chorocarioca” offre spunti originali di riflessione sui vizi e le virtù considerati due aspetti peculiari e in qualche modo indissolubili della natura umana. E l’Associazione utilizza la citazione del filosofo olandese Bernard de Mandeville (1714) per contestualizzare il tema:  “se un popolo aspira a essere grande, il vizio è necessario allo Stato quanto la fame per mangiare. La virtù da sola non può far vivere le nazioni nello splendore; coloro che vorrebbero far tornare l’età dell’oro insieme con l’onestà debbono accettare le ghiande.” 

IL “Festival dei vizi e delle virtù” si terrà a Teramo dal 26 al 27 settembre 2020 fra P.zza S. Anna e i Giardini Pannella. A presentare l’iniziativa, in conferenza stampa ci saranno:

Emiliano Ioannaci, Alessio Fratoni, Frank Jardilino Maciel e Mauro Baiocco dell’associazione Culturale “Chorocarioca”. 

Parteciperanno inoltre Roberto Zilli componente Azienda Servizi alla persona e i rappresentanti degli enti finanziatori della manifestazione;   Marsilia Speca dell’associazione Naturelle, Roberto Di Donato attore, Luca Gianfelice dell’associazione culturale Altan; Renato Piscella, associazione teatrale “Gli Sbandati” e infine lo scrittore e storico teramano Elso Simone Serpentini

Read Previous

La scienziata abruzzese Santuccione vince il “World Sustainability Award”. Marsilio: si conferma il nostro orgoglio

Read Next

Consiglio D’Abruzzo, rinviata discussione su Legge Urbanistica