ROSETO, NUOVI INTERVENTI DI RIPASCIMENTO E SULLE SCOGLIERE A COLOGNA SPIAGGIA E AL BORSACCHIO

ROSETO – Questa mattina il sindaco, il suo vice e altri esponenti dell’amministrazione comunale, hanno incontrato in due momenti distinti una delegazione di balneatori e di operatori turistici di Cologna spiaggia e poi della zona del Borsacchio alla presenza dei funzionari del servizio Opere marittime della Regione Abruzzo e dell’assessore regionale Dino Pepe. Con gli operatori di Cologna spiaggia è stato fatto il punto sui primi risultati dello spostamento del pennello rimosso lo scorso mese di ottobre. Al termine del sopralluogo è stato stabilito di provvedere a un ulteriore intervento di ripascimento morbido del tratto eroso (compreso tra via Bozzino e il camping Nino) che verrà completato entro l’inizio della prossima estate. Nel corso dell’incontro, il sindaco e il l’assessore ai Lavori Pubblici hanno potuto fare il punto con gli operatori sugli esiti di uno studio che la Regione ha condotto sulle correnti marine. Sulla base delle risultanze è stato avviato un programma di ricarico delle scogliere esistenti per il quale adesso va quantificata la spesa. La delegazione si è spostata dopo nella zona del Borsacchio, nell’area degli stabilimenti a ridosso di viale Makarska compresa tra il lido Sahara e il Bora Bora. Qui i funzionari della Regione hanno illustrato il progetto che partirà nel mese di febbraio fortemente voluto dal sindaco e dall’amministrazione che prevede la chiusura di alcuni varchi tra le scogliere e il ricarico delle stesse. L’intervento, finanziato e appaltato dalla Regione per un importo di 250 mila euro, ha l’obiettivo di limitare l’erosione che interessa anche quel tratto di litorale. Per l’avvio dei lavori si attende l’autorizzazione all’utilizzo dello specchio acqueo già inoltrata alla Capitaneria di porto. E le verifiche sulla ditta aggiudicataria. I tecnici ritengono che i lavori possano partire il prossimo mese non appena si concluderà l’iter autorizzativo. Il sindaco ha colto l’occasione per annunciare che il Comune formalizzerà a strettissimo giro una richiesta d’intervento anche sulle scogliere della zona a sud del pontile, spesso interessata da fenomeni erosivi, anche in piena stagione estiva, con grave danno per gli operatori locali.
I funzionari regionali hanno garantito all’amministrazione che lo studio per la tutela dall’erosione costiera riguarderà l’intero arenile rosetano, compresa la zona a sud del pontile, senza tralasciare l’area antistante il porticciolo.

Read Previous

SERIE D, SN NOTARESCO DOPO RECANATI PROVA A RIPETERSI CONTRO L’AGNONESE

Read Next

AL QUESTION TIME SI PARLA DI SALVINI, IL SINDACO: “INVITO IL MINISTRO DOPO LA CAMPAGNA ELETTORALE E SENZA SELFIE”. FRACASSA: “NON È CORRETTO MANDARE UN ASSESSORE A FISCHIETTARE”