ROSETO, PICCHIÒ IL COMPAGNO DELLA FIGLIA NON GRADENDO LA LORO RELAZIONE: AL VIA IL PROCESSO

TERAMO – SI è aperto  il dibattimento presso il Tribunale di Teramo a carico di Abdelaziz Kliti di Roseto Degli Abruzzi.
L’imputato è accusato di lesioni gravi nei confronti di un artigiano del posto, Gianni Petrilli, che in un aggressione subita con una testata sul naso, ha riportato lesioni con prognosi di circa 40 giorni con cui si è resa necessaria anche un’operazione chirurgica.
La pubblica accusa è rappresentata dal PM titolare Dott.ssa Greta Aloisi che dopo le indagini preliminari chiese la citazione diretta a giudizio per l’udienza odierna svoltasi avanti il Giudice Antonio Converti.

Il movente è relativo al fatto che l’imputato non  avrebbe gradito la frequentazione della propria figlia con  Petrilli; quest’ultima poi convolata a nozze con le stesso.

L’imputato è difeso dall’Avv. Maurizio Valentini che in sede processuale a presentato la proprie difese con richiesta di controinterrogare i testimoni dell’accusa mentre la vittima difesa dall’Avv. Daniele Contrisciani si è costituita parte civile chiedendo un risarcimento danni per oltre 9.000 euro oltre il pagamento delle spese legali.

La prossima udienza dove saranno sentiti i testimoni è prevista per ottobre 2019 dove verranno sentiti i primi testimoni oculari del fatto.

 

Read Previous

ROSETO, ULTIMO APPUNTAMENTO CON IL PREMIO BORSELLINO: AL “MORETTI” LA SCRITTRICE DONATELLA DI PIETRANTONIO

Read Next

CELEBRAZIONI FESTA DI SAN BERARDO A TERAMO, ECCO IL PROGRAMMA