GIULIANOVA, LA LEGA CONTRO IL COMMISSARIO SOLDA’: “NON CI SONO PROBLEMATICHE? NON CONOSCE LA CITTÀ”

Riceviamo e pubblichiamo

GIULIANOVA – Con enorme sollievo apprendiamo, a mezzo stampa, dal Commissario Soldà che l’amministrazione comunale di Giulianova non presenta problematiche “mondiali” ma solo situazioni comuni a tante altre realtà e che quindi, chi lo ha preceduto, ha svolto un ottimo compito lasciando la città nelle migliori condizioni.
Questa sua considerazione, rispettabilissima, forse dipende dal fatto che lui non vive a Giulianova. Noi però, che invece ci viviamo, non riusciamo proprio a condividere il suo pensiero.
Per questo ci stiamo impegnando a cambiare il corso degli eventi che negli ultimi anni hanno caratterizzato l’amministrazione Mastromauro, il quale ha pensato bene di abbandonare il campo che ha visto arresti e indagini di polizia giudiziaria. Quest’ultima, quasi quotidianamente, fa visita agli uffici comunali dove, l’altro ieri, si è recata per la scuola di Collleranesco, ristrutturata con fondi regionali nel 2006 e che qualcuno ha evidentemente collaudato nonostante l’assenza di parte delle fondazioni che rendono l’edificio impraticabile. Impraticabili anche le principali scuole di Giulianova Paese, leggasi Pagliaccetti e la De Amicis – attenzionata dalla Magistratura – con due perizie in contrasto tra loro. Per concludere, la presenza di amianto nelle scuole dell’ Annunziata. Sembra evidente, fin qui, che la sistuazione giuliese non sia così comune alle altre realtà italiane. Comune non è certo il famoso Progetto Paride, che propone un illuminazione di ispirazione cimiteriale, né il consistente debito di oltre 800mila euro denunciato dall’amministratore delegato della Giulianova Patrimonio, nominato da Mastromauro, che il Comune dovrà provvedere ad appianare. Non è comune nemmeno il famoso progetto di Social Housing di via Bellini, attualmente in alto mare nonostante il consistente indebitamento a cui ha dovuto far fronte la Giulianova Patrimonio, l’indecoroso aspetto della città, ivi incluso l’Ospizio Marino ritenuto indecente perfino dallo stesso dimissionario Mastromauro, dove anche la Croce Rossa è ospitata in locali da tempo inagibili.
Giulianova “fantastica” dunque dove ancora non è dato sapere quando verranno espletate le gare per la refezione e il trasporto scolastico. Ci chiediamo quindi se il Commissario Soldà abbia letto “le situazioni comuni” nella relazione di fine mandato che il dimesso Mastromauro ha l’obbligo di presentare e che noi aspettiamo di conoscere.
Ringraziamo però il Commissario Soldà per aver concesso l’uso della Sala Buozzi per il convegno “Dalle parole ai fatti” riguardante la istituzione della Zes (zona economica speciale) ma sommessamente chiediamo:
“Giulianova, ad oggi, è inclusa nella perimetrazione Zes o, come dice Lolli in una sua intervista, ne è esclusa? “.

Il coordinatore Lega Salvini Premier Giulianova
Mastrilli Gianni

Read Previous

FOTO E VIDEO | REGIONALI, STEFANO FLAJANI CANDIDATO PRESIDENTE DI CASA POUND

Read Next

ROSETO, ULTIMO APPUNTAMENTO CON IL PREMIO BORSELLINO: AL “MORETTI” LA SCRITTRICE DONATELLA DI PIETRANTONIO