“Comunicare l’ambiente”: il WWF lancia il “PandaLab”, il primo corso di formazione nell’Oasi delle Gole del Sagittario

“Comunicare l’ambiente”: è questo il titolo del corso di formazione organizzato dal WWF Italia all’Oasi WWF delle Gole del Sagittario di Anversa degli Abruzzi domenica 17 novembre a partire dalle ore 9.30 presso la sede della Biblioteca comunale.

Il corso è gratuito per i soci WWF e vede come relatori: Antonio Barone, responsabile dell’ufficio stampa del WWF Italia, da anni attivo nel campo della comunicazione ambientale e politica; Giovanna Quaglieri, componente dell’Ufficio Digital del WWF Italia; Luciano Di Tizio, giornalista abruzzese di grande esperienza, già delegato regionale del WWF e attualmente componente della segreteria del WWF Abruzzo. Questo momento formativo si rivolge ai volontari del WWF in Abruzzo e a quanti sono interessati al tema della comunicazione ambientale, sia sui media tradizionali che su quelli social.

“Con questo primo corso inauguriamo “PandaLab”, una serie di incontri di formazione che serviranno a migliorare la preparazione dei nostri volontari e a crearne di nuovi”, dichiara Filomena Ricci delegato regionale del WWF in Abruzzo. “Siamo partiti dalla comunicazione perché siamo consapevoli dell’importanza di far arrivare a quante più persone possibile in maniera corretta le tematiche ambientali di cui il WWF si occupa ogni giorno da più di 50 anni in Italia e nella nostra regione. La comunicazione ha avuto un ruolo fondamentale per il raggiungimento di alcuni obiettivi significativi: pensiamo alle battaglie tradizionali del WWF in difesa del Lupo o dell’Orso, ma anche alla recente esperienza del cartone animato del Panda che parla di cambiamenti climatici all’Assemblea dell’Onu, rilanciato da tutte le televisioni nazionali e anche da media internazionali”.

Il WWF Italia ha una consolidata esperienza nel campo della comunicazione ambientale e ha recentemente avviato un percorso di sperimentazione sui linguaggi e gli strumenti di comunicazione a servizio della natura. Grazie al suo ufficio stampa lancia ogni giorno comunicati stampa, documenti e video, stampa la rivista “Panda” da ormai mezzo secolo (la più longeva rivista che si occupa di ambiente nel nostro Paese), gestisce un sito web www.wwf.it tra i più visitati nel settore ambientale e pagine istituzionali su tutti i canali social che si traducono in centinaia di migliaia di contatti ogni giorno (la sola pagina Facebook del WWF Italia conta oltre 580.000 utenti).

Read Previous

San Nicolò contro la violenza sulle donne: sarà scoperta panchina rossa e tante iniziative

Read Next

COLDIRETTI IMPRESA PESCA, ALLARME PESCE AZZURRO IN ADRIATICO