Giulianova, l’appello di Tribuiani ai cittadini: “Onestà e trasparenza per un governo cittadino al di sopra di ogni sospetto”

GIULIANOVA – A poco più di una decina di giorni dalle elezioni comunali, il candidato sindaco del centro destra Pietro Tribuiani si appella ai cittadini perché, per sovvertire il sistema giuliese con tutte le sue magagne, c’è bisogno del loro aiuto.“Sono ancora troppo fresche le ferite subite da Giulianova a causa degli scandali giudiziari che hanno coinvolto a vario titolo gli uffici urbanistici del Comune. Ora è arrivato il tempo del cambiamento”, esordisce il candidato sindaco, “affinché determinate condotte non debbano neanche lontanamente toccare una comunità che ha già pagato il prezzo salato dell’infamia nella condotta dei pubblici uffici”.Il candidato si riferisce alle ultime vicende che sembrerebbero coinvolgere un paio di titolari di stabilimenti balneari a Giulianova che avrebbero ricevuto, nel recente passato e con procedimenti tutt’ora in corso di approfondimento, indagini da parte della Procura della Repubblica su presunti abusi edilizi perpetrati ai danni del bene demaniale.È proprio alla luce di questo che l’attenzione che Tribuiani riserverà alla selezione della prossima classe dirigente cittadina, sarà massima “scegliendo persone al di sopra di ogni sospetto e moralmente ineccepibili”.E ai cittadini giuliesi onesti, a quelli che non vivono di feste, che quotidianamente si alzano presto la mattina per andare a lavorare ma anche a quelli che un lavoro non ce l’hanno, a quelli che pagano regolarmente le imposte comunali, agli onesti pensionati, agli imprenditori integerrimi, invita a“ribellarsi con l’arma del voto da infliggere a chi, in nome di un finto rinnovamento, cela una regia politica volta esclusivamente a sistemare, approdando in Comune, le proprie vergogne”.

Read Previous

VIDEO | Sismicità indotta e stoccaggi di gas, Coordinamento No HUB: Cosa succede tra teramano e chietino?

Read Next

Traforo Gran Sasso, il rettore Mastrocola: la chiusura provocherebbe un gravissimo disagio al personale e agli studenti