Il Cesena corsaro a Vasto guadagna tre punti fondamentali per la vittoria del campionato: a tre giornate dalla fine la vittoria all’Aragona (1-2) in rimonta regala ai bianconeri l’allungo in classifica (+5), grazie al contestuale scivolone del Matelica in casa della Recanatese (1-0). Per gli appassionati teramani e non solo, a caratterizzare questo turno, era però sicuramente il derby del Mariani Pavone tra Pineto e Giulianova, che metteva in palio punti pesanti per la parte alta ma anche per la parte bassa della graduatoria. Il Pineto si regala l’undicesimo successo consecutivo e condanna i giallorossi non solo alla terza sconfitta di fila ma a guardarsi le spalle dal ritorno di Forlì ed Avezzano, vittoriose di misura rispettivamente con la Sangiustese e la Savignanese. Situazione di classifica che si complica dunque per la squadra di Bolzan, mentre per i lupi marsicani e i romagnoli si riaprono le speranze.

Tornando alle parti nobili della classifica il Notaresco coglie il terzo pari esterno consecutivo nel difficile campo di Monte San Giusto, con il Montegiorgio, ma vede il sogno play-off a due punti con il Francavilla corsaro in quel di Romagna con il Santarcangelo e che entra nel novero delle elette, da quinta della classe.

Punti salvezza in palio nel derby molisano tra Isernia e Olympia Agnonese finito in parità (2-2) mentre vittoria bella ma praticamente inutile del Castelfidardo al Nuovo Romagnoli di Campobasso (3-4). Di altro spessore quella dell’Avezzano che con il solito Manari si rimette clamorosamente in corsa per una salvezza diretta che avrebbe dell’incredibile (bravo Mauro Traini).

Ora si torna in campo giovedì per l’ultimo turno infrasettimanale della stagione, per la giornata numero 36.