QUARTIERE CONA, ECCO IL NUOVO CONTRATTO RIMODULATO: SARÀ ESTESO ALL’AREA DI FONTE BAIANO E PIANO SOLARE

TERAMO – Piano di rimodulazione del Contratto di Quartiere Cona completamente nuovo, con interventi di urbanizzazione estesi all’intera area del quartiere, dunque anche a Fonte Baiano ed a Piano Solare. L’atto è stato approvato questo pomeriggio in Commissione urbanistica, al Parco della scienza; atto che va a rimodulare un contratto che per quanto riguarda la parte pubblica ha ancora un finanziamento da salvare, una cifra di circa 1.200.000 euro che l’Amministrazione comunale sta cercando di “riprendere per i capelli”. Siamo agi sgoccioli ma la prossima settimana se ne discuterà in Consiglio Comunale. “Dopo 15 anni daremo il là al progetto – è il commento del Sindaco Gianguido D’Alberto – e dovremmo correre  cercando di salvare il salvabile“. Presente, assieme all’Assessore Stefania Di Padova, alla Presidente della Commissione Francesca Di Timoteo, ai consiglieri, al legale dell’Ufficio Avvocatura, il Primo cittadino si dice soddisfatto, perchè per la prima volta è venuto fuori un Piano condiviso completamente con il Comitato di Quartiere (c’era anche Domenico Bucciarelli). Comitato che percepisce l’importanza di fare in fretta, dopo anni di ritardi.
E pazienza, se la riqualificazione dell’ex Fornace Cona  è definitvamente fuori dal progetto (ricordiamo che il “Progetto Quartiere Cona” fu finanziato nel 2007 per 5 milioni di euro da parte del Ministero delle Infrastrutture, prevedeva una serie di interventi utili a migliorare la qualità della vita all’interno del Quartiere, tra queste c’era la bonifica dell’Ex fornace Scimitara). Lì c’è un discorso complesso, di un’area vincolata dalla Soprintendenza e da contenziosi che vanno avanti con i privati. Il progetto di realizzazione della piazza nell’area non è più fattibile.
E pazienza anche, che i fondi originari, più corposi, siano scesi: ora bisogna accontentarsi. “E’ per non perdere questo finanziamento pubblico residuo che abbbiamo pensato di realizzare interventi di urbanizzazione meno complessi, ma che vadano a circoscrivere tutto il perimetro del Quartiere – spiega Francesca Di Timoteo.
Il nuovo Contratto prevede alcuni interventi di urbanizzazione a partire dalla manutenzione stradale, inoltre il rifacimento dei marciapiedi a Fonte Baiano, e  la realizzazione di spazi verdi a Piano Solare.  “RInunciamo a realizzare la piazza nell’area dell’Ex Fornace, ma, una volta che riusciremo a trasferire la Centrale Enel, sarà possibile pensare di realizzarla proprio negli spazi che saranno lasciati” – prosegue la Di Timoteo.
Altro progetto accontontato è il Percorso interno per le scuole, con la questione del ritrovamento dei rifiuti speciali. “Il contenzioso tra il Comune e il proprietario  andrà avanti ancora a lungo – prosegue la consigliere Di Timoteo – abbiamo però una soluzione, o meglio una ipotesi  che vada a creare uno spazio dedicato altrove, nell’area attigua alla scuola elementare Elementare”

La commissione Urbanistica si è data appuntamento a lunedi’ prossimo, dove ci si ricontrerà per esaminare meglio le carte da presentare poi nella successiva Assise civica del 20 dicembre.

Read Previous

CONSIGLIO TERREMOTO, ALBERTO MELARANGELO REPLICA AI 5 STELLE: “DOCUMENTO REDATTO CON LORO”

Read Next

RICOSTRUZIONE E CAS: SABATO A COLLEATTERRATO INCONTRO TRA COMITATI, COMUNE E ATER