ROSETO DEGLI ABRUZZI – Il sindaco di Roseto Sabatino Di Girolamo comunica di aver provveduto a colmare il vuoto che si era venuto a creare con la partenza imprevista di Paolo Bracciali, ingegnere e dirigente dell’Urbanistica e, ad interim, del settore Lavori pubblici. “Il dirigente – dichiara il primo cittadino – a causa di un grave lutto familiare, ha chiesto di essere messo in aspettativa e, come amministrazione, abbiamo colmato il deficit a livello di dirigenza stipulando una convenzione con il Comune di Montesilvano che permetterà la sostituzione, seppure a scavalco, di Bracciali con Marco Scorrano, già dirigente in passato di questo settore del nostro Comune”. Scorrano ha preso servizio proprio nella giornata di oggi.

“Si tratta di un settore essenziale e che necessitava di operatività immediata – continua il SIndaco – Abbiamo così deciso di individuare una persona che già conoscesse progetti in itinere, nonché tutta la struttura normativa e di personale del nostro ente. Ringrazio il sindaco di Montesilvano Ottavio De Martinis, e l’ingegner Marco Scorrano per aver aderito al nostro invito di supportare l’ente in un momento difficile. Ricordo comunque che è già avviato il concorso pubblico per dirigente ai lavori pubblici, per dare una sistemazione definitiva a questo delicato settore. Nel contempo abbiamo previsto una selezione per un contratto a tempo determinato che individui un dirigente per il settore urbanistica e che copra il periodo di aspettativa richiesto dal dirigente di ruolo. Cercheremo di accelerare al massimo ambedue le procedure nell’interesse della funzionalità dell’ente”.

“Questi provvedimenti – spiega l’assessore al Personale Simone Tacchetti – rientrano nel piano triennale del fabbisogno di personale 2020/2022 che prevede l’assunzione di sette figure: un istruttore direttivo categoria D settore finanziario e tributi, un operaio specializzato elettricista di categoria B3, un dirigente contabile settore finanziario, un dirigente del settore tecnico, un istruttore amministrativo categoria C servizi anagrafe, un istruttore contabile settore tributi categoria C, e infine un istruttore direttivo categoria D servizio commercio. Diamo delle prime risposte ai vuoti che si sono creati nei vari uffici a seguito di pensionamenti programmati ed entrata in vigore di quota 100 che vanno a coprire i settori che maggiormente hanno risentito della fuoriuscita di organico. Colgo anch’io l’occasione per ringraziare Marco Scorrano a cui va riconosciuto l’attaccamento e il legame consolidato con il nostro ente che ci permette di portare a termine opere che questa amministrazione aveva iniziato sin dal suo insediamento con quel dirigente”.