SERIE D/F. ATTENZIONE RIVOLTA AL DERBY PINETO – REAL GIULIANOVA

360 minuti alla fine della stagione regolare e tutti i verdetti sono ancora da emettere nel girone F di serie D. A partire dalla lotta per il vertice della classifica. Il Cesena, di fatto, si dovrà guadagnare il ritorno tra i professionisti in Abruzzo visto che il calendario prevede ben tre gare nella nostra Regione inframezzate dalla sfida interna contro il Castelfidardo. Si parte dalla sfida dell’Aragona dove i romagnoli affronteranno una Vastese quasi al sicuro, che arriva da tre vittorie di fila e recupera, dopo la squalifica, bomber Leonetti. Trasferta decisamente insidiosa anche per la vice capolista Matelica sul campo della Recanatese ovvero la terza forza del campionato con i leopardiani in grande forma ma con il dubbio legato all’impiego o meno di Pera, capocannoniere del girone al pari del compagno di squadra Sivilla. Per tutti gli appassionati teramani e non solo, a caratterizzare questo turno, sarà sicuramente il derby del Mariani Pavone che mette in palio punti pesanti per la parte alta ma anche per la parte bassa della graduatoria. Il Pineto, reduce da 10 risultati utili consecutivi, è al quarto posto in piena zona play off, i giallorossi di Bolzan, invece, dopo due sconfitte in fila, devono assolutamente tornare a muovere la classifica per non disperdere il vantaggio di quattro punti rispetto alla zona play out. Giallorossi orfani, e sarà un’assenza pesante, del fantasista Napolano, ex di turno tra l’altro, che sconterà la prima di quattro giornate di squalifica. Cercherà punti per invertire la tendenza delle ultime giornate e per tornare in zona play off, il Notaresco, in trasferta a Monte San Giusto contro il Montegiorgio, una squadra salva da diverse settimane ma decisa ad onorare al meglio la sua prima stagione in D come dimostrano i due pari consecutivi, esterni, colti a Pineto e Cesena. La squadra di mister Cudini, poi, vuole tornare al gol, marcatura che manca da quasi 400 minuti, 391 per l’esattezza. Gara molto complicata anche per la quinta forza del girone, la Sangiustese, che sarà di scena al Morgagni contro un Forlì, rivitalizzato dalla vittoria di Notaresco e deciso ad uscire dalla zona play out. In tal senso, molto importante, tanto per restare in Romagna, è la gara che attende l’Avezzano, a Martorano di Cesena, contro una Savignanese che, così come il Montegiorgio, non sta facendo sconti a nessuno. Punti salvezza in palio anche nel derby molisano tra Isernia e Olympia Agnonese mentre chiudono il programma le gare Jesina – Sammaurese, Santarcangelo – Francavilla e Campobasso – Castelfidardo. La gara del Nuovo Romagnoli segnerà, di fatto, la retrocessione matematica dei marchigiani in Eccellenza.

Read Previous

Atri, rimpasto di giunta: Macera e Centorame nuovi assessori

Read Next

VIDEO | Museo del Teramo Calcio? Simon Soel dice: “Meglio Museo del calcio teramano”