Teramo, D’Alberto e Verna si confrontano con il quartiere Villa Pavone

TERAMO –  Si è tenuta una riunione cui hanno partecipato il Sindaco Gianguido D’Alberto, l’Assessore alla viabilità Maurizio Verna e il Comitato di Quartiere di Villa Pavone.
Prosegue l’attività dell’Amministrazione tesa al recupero e alla valorizzazione dei centri interni e al tentativo di migliorare il tessuto urbano nelle frazioni e nei quartieri. La partecipazione dei cittadini nella definizione degli interventi da attuare per la risoluzione delle problematiche, rappresenta uno strumento di controllo dell’imparzialità dell’Ente a cui ci siamo sempre ispirati”. Con queste parole, il Sindaco D’Alberto, esprime la sua soddisfazione per come sia andata la riunione.  “Chi meglio degli abitanti stessi del quartiere, conosce i disagi di Villa Pavone“, aggiunge il Sindaco. “Una importante riunione, quella di stamani presso il Parco della Scienza, dalla quale sono emerse le reali problematiche del quartiere – afferma l’assessore Verna -. Un incontro nel quale abbiamo accolto le istanze dei cittadini che vivono quotidianamente il quartiere, approfondendone tutti gli aspetti, ricordando che sono stati effettuati già alcuni interventi da parte dell’Amministrazione comunale ma che non bastano, in quanto tanti altri devono ancora essere realizzati“. Oltre agli interventi straordinari tesi a migliorare e curare il decoro urbano, saranno necessari costanti interventi tesi a garantire la pulizia e la sicurezza.”Nel corso di questi mesi– prosegue D’Albertosono state effettuate attività tese al miglioramento dell’ambiente, come lo spazzamento straordinario di strade, la rimozione di rifiuti abbandonati, il taglio degli interstizi e la pulizia delle caditoie stradali, la nuova segnaletica orizzontale, come gli attraversamenti pedonali in Via Europa. Molti interventi saranno terminati nei prossimi giorni e tanti altri saranno programmati, come la sistemazione del Campo sportivo, il quale sarà dotato di di un manto in erba sintetica; sarà inoltre implementata e migliorata la recinzione esterna e verrà realizzato un impianto di illuminazione per rendere fruibile agli abitanti del quartiere l’impianto anche nelle ore serali”.
Con ogni probabilità – aggiunge Verna la prossima settimana termineranno i lavori di segnaletica orizzontale e rimozione della segnaletica verticale installata, provvisoriamente, per via dei cantieri”.
Il mantenimento del decoro urbano e la tutela del territorio,  necessitano della  collaborazione di tutti, cittadini ed istituzioni, con la conseguente cura del verde pubblico e privato. Un appello e un invito vengono rivolti ad ogni singolo cittadino, sollecitato a collaborare in maniera attiva nell’interesse della sicurezza del nostro territorio. “Ringraziamo il comitato di quartiere, per la maturità dimostrata“, concludono D’Alberto e Verna.
Il Comune di Teramo, dopo un intenso lavoro da parte degli uffici competenti, ha provveduto alla concessione in uso gratuito e temporaneo alla Provincia di Teramo , della palestra della scuola San Giuseppe e dello spazio esterno dell’ex stadio Comunale,
A seguito della richiesta di poter occupare i suddetti locali, il Comune di Teramo ha autorizzato la concessione temporanea per l’intero anno scolastico, fatta salva la possibilità di rinnovo alla scadenza su concorde volontà delle parti e con atto espresso.
Va sottolineata l’importanza della relazione tra Comune e Provincia“, afferma l’assessore Valdo Di Bonaventura, in quanto il rapporto ormai consolidato tra i due Enti, contribuisce ad arricchire l’offerta nei confronti della comunità scolastica e, nello stesso tempo, tende a valorizzare le attività che verranno svolte all’interno della struttura“.
L’immobile necessita di alcuni interventi propedeutici all’effettivo utilizzo della palestra, che una volta eseguiti dalla Provincia, renderanno immediatamente utilizzabili gli spazi concessi gratuitamente.
Si specifica che il rimborso dei consumi delle utenze saranno successivamente compensati con l’Ente Provincia in considerazione dell’utilizzo da parte del Comune dei locali dell’Istituto per geometri “Forti”, ove attualmente sono allocate le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado Cona.
In un periodo in cui le risorse finanziarie sono carenti per quasi tutti gli Enti pubblici, la valorizzazione, la condivisione degli spazi e la loro conseguente apertura, diventa fondamentale per permettere, come in questo caso, alle comunità scolastiche di utilizzarli al fine di svolgere in ambiente consono attività sportiva durante gli appositi orari nonchè consentirne un uso ludico ricreativo.

Read Previous

NAS, sequestrato nel teramano allevamento in precarie condizioni igieniche

Read Next

Emergenza climatica, passa all’unanimità la risoluzione del PD in Regione