Sesta giornata infrasettimanale del girone F di Serie D, con un bilancio, per le teramane, che parla di un pareggio (1-1 del Pineto a Jesi con goal di Shiba) e due sconfitte (del Notaresco ad Isernia per 1-0, con rete di Romano al 29° del s.t.) e quella, inequivocabile, del Giulianova sul campo della Sangiustese (2-0 con reti di Cerone e Cheddira). A dirla tutta, non sono state le sole formazioni abruzzesi ad aver perso, perché anche l’Avezzano, che aveva esonerato Federico Giampaolo, alla fine è stato battuto di misura dalla Sammaurese (1-0). Un buon “brodino” lo ha preso, invece, una Vastese che era in piena crisi e che ha pareggiato la non facile gara di Recanati (Conti in goal). Ha  sorriso, pertanto, il solo Francavilla (2-1 con doppietta, manco dirlo, di Dos Santos alla cenerentola Castelfidardo) che ora può puntare, con decisione, ad entrare in pianta stabile nel novero della zona play-off, per quanto inutile sarà. Alla luce dei risultati odierni, comincia ad essere preoccupante la classifica del Real Giulianova, che perde, in un sol colpo, 3 punti dall’Isernia ed 1 dalla Vastese, considerando che il Forli’ se la vedrà a Cesena in serata, in una gara probabilmente già segnata. Davanti i giuliesi hanno anche perso il gomito a gomito con la Jesina adesso a +2 e, ancora di più, con la Savignanese, che è salita a +4 dopo l’importante successo per 3-2 sul Campobasso. All’orizzonte, per il Real Giulianova, la gara casalinga con il grande ex Marco Alessandrini, che guida una squadra dalle enormi potenzialità (Recanatese) ma molto irregolare, ed oggi soltanto quinta forza del torneo, in coabitazione con Francavilla e Pineto. Da questa angolazione i marchigiani non potranno mollare di un centimetro e, pertanto, al “Fadini” sarà gara vera. Quindi difficile. Molto.