TERAMO – Italia Viva si sta strutturando sul territorio provinciale in maniera capillare e, naturalmente, l’area della Val Vibrata è centrale per la rilevanza economica e demografica che da sempre le appartiene.
Lo scorso sabato 10 dicembre si è tenuta un’affollata riunione alla presenza di molti iscritti e simpatizzanti, presieduta dal Coordinatore regionale del partito, On.le Camillo D’Alessandro, il quale ha dichiarato: “Siamo al lavoro per costituire la rete territoriale di Italia Viva, abbiamo avviato una serie di contatti civici sul territorio e stiamo elaborando un progetto comune che faccia da base di condivisione per i prossimi appuntamenti elettorali regionali ed europei.
Dopo le recenti consultazioni politiche stiamo registrando molta attenzione e voglia di partecipazione sia attorno ad Italia Viva che al progetto del terzo polo, soprattutto in una Regione come l’Abruzzo che esprime da sempre una forte domanda di centro riformista, oggi non sufficientemente rappresentato”.
Durante la riunione è stato costituito il Coordinamento territoriale dell’Area della Val Vibrata, il quale avrà come suo riferimento il Dott. Emilio di Biase, che ha avuto modo di sottolineare: “La prima uscita ufficiale del nostro gruppo in Val Vibrata ha superato le aspettative e la folta partecipazione dimostra che la nostra comunità è motivata e portatrice di idee e valori, di progetti e di un forte desiderio di partecipazione.
Sono emersi il senso di appartenenza, la vicinanza ai principi fondanti di un modo molto chiaro di interpretare la politica e soprattutto la disponibilità di volersi mettere al servizio dello sviluppo della Val Vibrata.
A questo punto non possiamo far altro che dare inizio ai lavori, da qui parte il nostro cammino, la nostra sfida per il futuro.
Con l’aiuto dei Coordinatori regionali e provinciali, che ringraziamo per la presenza e per il loro contributo che sarà sempre utile, sono sicuro che faremo molto bene, confidando sulle nostre rispettive competenze ed esperienze, sull’apporto dei giovani, la cui presenza dobbiamo favorire in ogni modo, su un confronto di idee che potrà svilupparsi dialetticamente, ma che troverà certamente una sintesi condivisa e verrà formalizzato nei documenti politici e programmatori”.
Soddisfatti i Coordinatori provinciali Maria Cristina Marroni e Luciano Monticelli, i quali evidenziano come “il partito stia crescendo a livello provinciale e si stia incanalando nella giusta direzione del percorso liberale e riformista, del quale è espressione naturale.
È una nostra precisa indicazione quella di accompagnare le aree vaste della provincia di Teramo ad aggregarsi politicamente sempre di più.
Stiamo già lavorando all’Area vasta del Fino, del Cerrano, del Gran Sasso, della Laga, del Tordino e del Vomano”.
Nel ringraziare tutti i rappresentanti degli enti locali presenti alla riunione, e in particolare i tanti già amministratori locali dell’area vibratiana, rendiamo noto che il prossimo impegno del Coordinamento Val Vibrata sarà quello di dotarsi di una struttura tecnica per l’analisi delle questioni tematiche e la redazione dei dossier che vadano ad incidere le problematiche e ad aiutare nelle scelte da compiere per le imminenti elezioni comunali e provinciali.

Il Coordinamento Italia Viva Val Vibrata
F.to Emilio DI BIASE