Calcio C, il punto sul campionato di Diego Di Feliciantonio

TERAMO – Alla decima di andata, in occasione della ottava gara stagionale, il Teramo cade al “Ceravolo”, contro i giallorossi di mister Calabro (1-0).

I locali, con una tattica accorta, soffocano le trame di gioco dei ragazzi di Paci per poi ripartire negli spazi, con verticalizzazioni improvvise suggerite da un Carlini in giornata illuminata. Con questa vittoria il Catanzaro si rilancia verso i quartieri alti della classifica ma i biancorossi hanno solo perso una battaglia e già da domenica, ne siamo certi, riprenderanno la corsa, con prospettive immutate.

Intanto continua la marcia inarrestabile della Ternana, ancora vincente, seppur di misura (1-0), contro un Francavilla indomito, che ha replicato colpo su colpo alle giocate delle “fere” con azioni di rimessa di buona fattura. La gazzella rossoverde comunque corre, pressa e incanta con Palumbo, Torromino, Falletti e company, anche se è stato necessario l’innesto di Salzano per sbloccare la gara, al 19′ della ripresa. Tanta roba, comunque, per gli umbri: 24 punti, 25 reti segnate e 5 subite: 7 le vittorie, 2 i pareggi e zero le sconfitte, anche se domenica si andrà a Bari, laddove i galletti li aspettano a piè fermo.

I biancorossi di Auteri vincono, in maniera straripante, a Potenza, con doppietta di Marras e reti di Ciofani e di Simeri: troppo forte l’armata barese per i generosi rosso-blu di Capuano (settima rete di Cianci in 5 partite…). La vittoria di Torre del Greco  aveva fatto sbilanciare il mister con dichiarazioni pre-gara sin troppo ottimistiche: in realtà è stata sin troppo evidente la differenza tecnico tattica tra le due formazioni.

Pareggia l’Avellino a Pagani. I locali si portano in vantaggio con Diop ma i lupi di Braglia, seppur in formazione rabberciata, la impattano con Aloi: giusta la spartizione della posta.

Parte di gran carriera la Turris a Foggia, decisa a riprendersi i tre punti persi in casa con il Potenza, domenica scorsa. Prima in vantaggio con Longo e poi con Pandolfi ma in casa rossonera c’è un Curcio in gran spolvero che li riagguanta due volte: la sua rapacità sotto rete è puntuale settimanalmente. E’ stata una partita scoppiettante tra due squadre in buona salute.

La Viterbese di Caneo prende un brodino: il pari di Monopoli(1-1) restituisce il sorriso ad un ambiente con il morale sotto i tacchi per gli ultimi risultati negativi e per gli effetti del Covid sullo staff tecnico e sulla squadra. Al vantaggio locale con Arena ha replicato Tounkara.

Non si sono giocate Catania-Bisceglie e Vibonese-Casertana mentre Juve Stabia-Palermo si disputerà in posticipo. Riposava la Cavese.

Considerazioni finali: tante le gare da recuperare, formazioni con assenze sin troppo importanti e altre meno che si affrontano ad armi, talvolta, impari.

A nostro avviso è tutto falsato, ma se vogliamo continuare a vedere calcio dobbiamo accontentarci…

Al prossimo turno di campionato! – Diego Di Feliciantonio

Read Previous

IV Giornata Mondiale dei Poveri, in videoconferenza le riflessioni della Caritas Teramo-Atri

Read Next

XXIV giornata della Colletta Alimentare, ai tempi del Covid si fa con le card