Selta, Quaresimale: “A Tortoreto sorgerà Centro di ricerca con occupazione di almeno 30 unità”

PESCARA – Torna il sereno sul futuro della Selta di Tortoreto, azienda che opera nel settore della cyber security, dopo l’acquisizione da parte del Gruppo Digital Platforms. Tutti e 65 i dipendenti del polo produttivo di Tortoreto sono tornati al lavoro, dopo un periodo di cassa integrazione legato al passaggio di proprietà. “La soluzione in positivo del passaggio di proprietà – ha detto l’Assessore regionale al Lavoro Pietro Quaresimale ci induce ad essere ottimisti anche per il futuro dell’azienda di Tortoreto. Ho avuto un contatto con l’amministratore delegato della Digital Platforms che mi ha ribadito l’intenzione di avviare nuovi investimenti sul sito produttivo per alzarne la capacità produttiva e di ricerca. L’intenzione è di creare un Centro di ricerca qualificato che porterebbe ad un incremento occupazionale di almeno 30 unità”.

“Il dato – aggiunge Quaresimale – è positivo non solo in termini occupazionali ma soprattutto come scelta di una importante azienda di investire in Abruzzo nel campo della ricerca e dell’innovazione, elementi centrali della ripresa nazionale. Mi sembra, in questo senso, che un cauto ottimismo sul futuro e sviluppo della Selta di Tortoreto lo abbiano espresso i rappresentanti dei lavoratori. Noi, come Regione, siamo pronti a collaborare con l’azienda nelle politiche di riqualificazione del personale e di formazione di nuova mano d’opera”. Nel marzo scorso il presidente della Giunta regionale Marco Marsilio e l’Assessore Pietro Quaresimale si occuparono direttamente della questione Selta incontrando i vertici della Digital Platforms che avevano presentato istanza di acquisto del sito di Tortoreto.

Read Previous

“Per il lavoro e per la democrazia”, l’appello di ANPI Teramo per partecipazione popolare il 16 a Roma

Read Next

Coronavirus in Abruzzo, 56 i nuovi positivi con un decesso nel Chietino, Asl Teramo a +6

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: