FOTO | Campli, entusiasmo alle stelle per Gaia Sabbatini in BorGo Sport

CAMPLI – È stato il trionfo dell’attività sportiva di base, con la ciliegina sulla torta rappresentata dalla presenza “olimpica” di Gaia Sabbatini. La prima edizione di BorGo Sport, evento organizzato dal CSI Teramo e dal Comune di Campli andato in scena ieri, è stata un successo certificato dalla presenza per le vie del centro storico farnese e della frazione di Sant’Onofrio di tantissime persone da pomeriggio a sera.
La manifestazione ha dato la possibilità a numerosi bambini e ragazzi, e ai loro genitori, di conoscere le opportunità sportive proposte da associazioni e società del territorio. Decine le realtà presenti che hanno messo in mostra le loro attività: rugby, escursionismo, ginnastica ritmica, basket, pallavolo, pattinaggio, mountain bike e ciclismo, calcio, danza classica, moderna, contemporanea e le specialità caraibiche, equitazione, nordic walking, yoga. E poi stand di bocce, pesca sportiva e parapendio con tutte le informazioni per praticare queste discipline. Proprio sul volo libero è stato suggestivo il sorvolo nelle 
Sul palco centrale allestito in piazza Vittorio Emanuele II ad aprire la manifestazione sono stati i saluti del presidente del CSI Teramo, Angelo De Marcellis, e del sindaco di Campli, Federico Agostinelli, che hanno rimarcato l’importanza di ripartire nel segno dello sport, dell’aggregazione e dei valori dopo il lungo periodo condizionato dalla pandemia. Presenti a Campli anche il presidente del Coni Abruzzo, Enzo Imbastaro, la delegata provinciale del CIP (Comitato Paralimpico), Michela Core, il presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura, l’assessore regionale Pietro Quaresimale, l’arbitro teramano della Serie A di basket Federico Di Francesco.
 
Tutti hanno salutato i due ospiti d’onore di BorGo Sport, omaggiati con targhe celebrative consegnate dall’amministrazione comunale: il camplese Marco Ferracatena, medaglia d’argento nella gara a squadre ai mondiali di pesca con esche artificiali da riva, e la teramana Gaia Sabbatini, campionessa europea U23 dei 1500 metri e semifinalista alle Olimpiadi di Tokyo, dove ha fatto segnare il secondo miglior tempo italiano di sempre sulla distanza, dietro Gabriella Dorio. Per Gaia c’è stato un vero e proprio bagno di folla e una corsa al selfie in tutti i punti dimostrativi delle varie discipline visitati dalla campionessa. La testimonianza migliore di come lo sport, praticato con dedizione e passione, possa essere generatore di entusiasmo e contribuire alla diffusione della positività in questo delicato momento di ripartenza.
FOTO

Read Previous

Basciano, si presenta la lista Ricominciamo Insieme con Varani Sindaco

Read Next

Basket Coppa, dopo 2 supplementari il Giulia Basket cede al Bisceglie (84-81)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: