TERAMO –  Il caso di Mario, il 59enne disabile bloccato nell’appartamento al terzo piano della sua abitazione di Colleatterrato Alto, per via dell’ascensore fuori uso, ha già trovato una soluzione. Stamane lo aveva già assicurato il Sindaco Gianguido D’Alberto ai microfoni di Teleponte, prima dell’incontro con l’amministratore del condominio di via Marsilii dove abita Mario. All’incontro era presente anche l’Assessore comunale Valdo Di Bonaventura. Entrambi, Primo cittadino e assessore, si sono impegnati a trovare le risorse necessarie, confermando la linea già annunciata nei giorni scorsi. Il Comune in pratica pagherà la sistemazione dell’ascensore (gli alloggi sono di proprietà comunale). Dunque è scongiurata la soluzione alternativa, ovvero quella di dover trasferire Mario in un’altra abitazione.  Certo la storia ha dell’incredibile, specie perché non si riesce a capire perché si è dovuto attendere tutto questo tempo e perché si è arrivati a questo punto. Un ascensore rotto da anni che nessuno si è preoccupato di manutenere o sistemare.