TERAMO – Il ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria sarà all’Università di Teramo giovedì 14 marzo per introdurre il seminario di studio dal titolo Gli appalti e i contratti pubblici: strumenti virtuosi per lo sviluppo economico e sociale dell’Italia.
In apertura del seminario sarà presentata e sottoscritta la convenzione tra l’Università di Teramo e l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Teramo con la quale «si è inteso dare vita a un progetto pilota di sinergia “virtuosa” tra Accademia e mondo delle professioni».
All’inizio dei lavori, ore 16.00 in Aula Magna, il rettore Dino Mastrocola e il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Teramo Agreppino Valente presenteranno e firmeranno la convenzione. Dopo un intervento del preside della Facoltà di Giurisprudenza Paolo Marchetti, il ministro Giovanni Tria terrà la relazione introduttiva.
Seguiranno gli interventi di Alberto Zito – amministrativista titolare dell’insegnamento sugli appalti e i contratti pubblici all’Università di Teramo– dal titolo Gli appalti come strumenti di politica pubblica e di Pier Luigi Gianforte ‒ dell’Ordine degli Ingegneri di Teramo ‒ dal titolo Come accelerare la realizzazione delle opere pubbliche dal progetto al cantiere.
Le conclusioni saranno affidate al presidente della Consip Renato Catalano.
Giovanni Tria, ministro dell’Economia e delle Finanze del Governo Conte da giugno 2016, è nato il 28 settembre 1948 e si è laureato in Giurisprudenza nel 1971 all’Università di Roma La Sapienza. Professore ordinario di Economia politica all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con oltre 40 anni di esperienza professionale e accademica, è esperto di sviluppo economico, contributo del capitale pubblico alla crescita, ruolo della governance e delle istituzioni nei processi di crescita.
Dal 2017 è stato preside della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.
Già Presidente della Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA), è stato co-direttore del Master in Economia dello sviluppo e cooperazione internazionale e direttore del CEIS-Center for Economics and International Studies dell’Università di Roma Tor Vergata, membro dell’OECD Innovation Strategy Expert Advisory Group, vice chair dell’ICCP-Committee for Information, Computer and Communication Policy e membro del Consiglio di Amministrazione dell’ILO-International Labour Organization.