Imprese e lavoratori: all’Aurum seminario del Fondo interprofessionale

PESCARA – “Abruzzo, la formazione a misura d’impresa. Le attività finanziate dal Fondo interprofessionale: i risultati raggiunti e le nuove opportunità” è il titolo del seminario organizzato da Fondartigianato Abruzzo, in programma domani, giovedì 12 dicembre, alle 16, nella sala Tosti Aurum di Pescara. L’evento, che sarà coordinato dal referente di Fondartigianato Abruzzo, Graziano Di Costanzo, è stato organizzato dall’articolazione abruzzese dal Fondo interprofessionale per la formazione continua cui aderiscono le principali associazioni dell’artigianato e della piccola e media impresa (Casartigiani, Claai, Cna, Confartigianato), oltre ai sindacati dei lavoratori (Cgil, Cisl e Uil).

Il programma prevede, dopo le relazioni dell’esperta di politiche formative, Lorenza Di Giulio, e del Referente regionale di Fondartigianato, Franco Spina, gli interventi dell’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione professionale, Piero Fioretti, il dibattito e le conclusioni del presidente nazionale di Fondartigianato, Piero Bezzi.

In Abruzzo, nonostante le aziende non abbiano ancora colto appieno le straordinarie potenzialità di un sistema che si finanzia attraverso il prelievo dello 0,30% dei contributi versati in busta paga al lavoratore, i numeri sono davvero significativi. In tre anni, dal 2017 al 2019, il Fondo ha finanziato corsi per aggiornamento tecnico-professionale dei dipendenti delle imprese per oltre 718mila euro, con 161 aziende coinvolte, 673 lavoratori, e poco meno di 27mila ore di formazione svolta.

«E tutto questo – rafforza il concetto Lorenza Di Giulio – con un meccanismo virtuoso che in pratica moltiplica per dieci il valore dell’investimento effettuato dall’azienda sul lavoratore. Valore che assicura proprio Fondartigianato».

Tra le misure al centro della discussione di domani, il recente progetto “Just in time” riservato alle aziende di nuova adesione a Fondartigianato: sono previsti contributi compresi tra 2.500 e 27.500 euro per imprese che vanno da meno di 5 dipendenti a oltre 50.

Read Previous

Transumanza patrimonio dell’Unesco ma è SOS pastorizia: mancano un milione di pecore

Read Next

Ponte sul Vomano si farà, arriva la proroga fino ad aprile 2021