FOTO | IL COMUNE DI COLLEDARA DÀ IL VIA ALLA RIVOLUZIONE PLASTIC FREE: PARTECIPATA GIORNATA INFORMATIVA

COLLEDARA – Il Comune di Colledara raccoglie la sfida “Plastic free”: partecipata giornata informativa questa mattina nella Sala Consiliare che è stata anche un’occasione di educazione ambientale, con la presenza di numerosi studenti dell’Istituto comprensivo Isola del Gran Sasso-Colledara. Il sindaco di Colledara, Manuele Tiberii, e il consigliere comunale delegato all’Ambiente, Simone Tullii, hanno illustrato le politiche di sostenibilità ambientale e riduzione dei rifiuti avviate sul territorio comunale, tra le quali l’emanazione di un’ordinanza, con decorrenza dall’anno prossimo, per sostituire gradualmente la plastica monouso con le bioplastiche e materiali riutilizzabili.

A portare i saluti agli studenti sono intervenuti il vescovo di Teramo, Mons. Lorenzo Leuzzi, il presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura, il presidente del Parco, Tommaso Navarra, e il presidente del Mo.Te. Ermanno Ruscitti, che ha illustrato il protocollo d’intesa siglato con la società cooperativa Ekoe per la gestione sostenibile dei rifiuti nelle manifestazioni e nelle mense scolastica dei 20 comuni soci. Interessante report del vicepresidente del WWF Italia, Dante Caserta, che ha illustrato lo stato dell’inquinamento causato dalle materie plastiche nell’ecosistema marino a livello globale e in Italia, suggerendo opportune strategie di intervento.

Buone prassi a confronto poi con l’intervento del sindaco di San Vito Chietino, Emiliano Bozzelli, che con apposita ordinanza ha sancito il divieto di commercializzazione e uso per attività commerciali, residenti e turisti delle stoviglie in plastica, che dovranno essere sostituire dal 1° gennaio 2019 da materiali biodegradabili, compostabili o lavabili, da poter riutilizzare. Ha concluso il convegno, moderato dalla giornalista Sara De Santis, la presidente di Ekoe, Zaira Di Paolo, che ha presentato le alternative ecocompatibili all’impiego di plastica monouso nella vita quotidiana.

Read Previous

FISICA E MATEMATICA A DOMICILIO: IL LICEO D’ANNUNZIO “IN TRASFERTA” CON I SUOI LABORATORI NELLE SCUOLE DEL TERRITORIO

Read Next

CITTADINANZA ATTIVA, AL VIA IL PROGETTO DI SICUREZZA PARTECIPATA TRA ENTI, ORDINI E SOCIETA’ CIVILE: SI PARTE DALLA SCUOLA