Teramo celebra la Giornata internazionale dell’infermiere

TERAMO – Mercoledì si celebra la giornata internazionale dell’infermiere e la Asl di Teramo  organizza il webinar “Focus on: progetti di buone pratiche organizzative durante la pandemia da Covid 19”. I lavori, organizzati dai dirigenti delle direzioni sanitarie Giovanni Muttillo e Giovanna Michela Pace, inizieranno alle 9 con i saluti delle autorità e proseguiranno con la presentazione   di alcuni dei progetti innovativi aziendali che hanno l’obiettivo di testimoniare come l’assistenza infermieristica guarda al futuro. Non è un vaso che l’emergenza sanitaria ha messo in luce il fondamentale capitale umano e le competenze professionali specialistiche degli infermieri.

La Asl di Teramo, dopo aver assicurato la formazione continua con i corsi di vestizione-svestizione e corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale a oltre 2400 operatori sanitari dall’inizio dell’emergenza sanitaria, dunque vuole “ripartire” con gli infermieri dalle buone pratiche organizzative.

Saranno illustrati quindi primi risultati con i progetti avviati:

  • delle dimissioni protette dei pazienti ricoverati con l’Istituzione del Nucleo assistenziale integrazione ospedale territorio (NAIOT);
  • del Servizio dell’infermiere di famiglia;
  • degli Ambulatori team infermieristici tamponi Sars-Cov-2;
  • del manuale operativo per la gestione degli accessi aascolari con l’attivazione dell’Ambulatorio vascular access team;
  • dello studio di ricerca “Dallo stress-test – Covid 19 – alla campagna di vaccinazione: rilevare e promuovere il benessere organizzativo nella Asl di Teramo”.

Lo studio di ricerca ha l’obiettivo di rilevare i sintomi e il livello di stress degli operatori sanitari durante la pandemia da Covid-19 che potrebbero arrivare a configurarsi come un disturbo da stress post traumatico (PTSD) e che in generale risultano poco riconosciuti e di cui così poco si tiene conto. Sostenere soluzioni che possano favorire il benessere organizzativo per prevenire i rischi di ridurre le capacità professionali, le difficoltà di relazione con l’assistito nonché con gli altri operatori dell’equipe stessa.

Dopo le conclusioni, affidate al  direttore generale della Asl Maurizio Di Giosia, alle ore 11,15 si terrà una conferenza stampa nell’aula “Fagnano” al pianterreno della Asl per presentare i progetti avviati e fare il punto sulla pandemia

Read Previous

Giulianova, arrestato per rapina ai danni di un’anziana andava in giro con arnesi da scasso: denunciato e sanzionato per violazione del coprifuoco

Read Next

Penna Sant’Andrea comune non digitalizzato, l’opposizione critica a tutto tondo l’amministrazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: