TERAMO – Iscritti nel registro degli indagati tre persone nell’inchiesta della Procura di Teramo sui presunti consumi gonfiati alla Asl pe l’acquisto di alcune tipologie di presidi medici, all’interno del reparto di radiologia interventistica.  Come riporta il quotidiano “Il Centro” si tratterebbe di un medico, di un dipendente di un imprenditore. Indagini avviate da qualche mese dopo l’esposto presentato dal Direttore Generale della Asl Roberto Fagnano, a seguito di una inchiesta interna. Il Manager dell’azienda aveva notato un consumo anomalo di materiali proveniente dalla farmacia dell’Ospedale per gli interventi chirurgici di radiologia interventistica.