TERAMO-PORDENONE APRE LE DANZE ALLA FANTASIA CALCISTICA: PERCHÈ NO?

Ci vorrà un’altra impresa, contro il Pordenone, al “Bonolis”, ancora più importante rispetto a quella conseguita a Vicenza.

Il motivo è presto spiegato: mancherà la linea difensiva, tutta, tranne Lewandowski: non è da escludere, a questo punto, che si difenderà a quattro, contro la capolista di Attlio Tesser.

Saranno out Ventola (infortunio alla caviglia), Piacentini (squalificato), Caidi (squalificato ed uscito dalla gara di sabato per un affaticamento muscolare), Speranza (infortunio alla caviglia e non recuperabile) e, quasi certamente, Vitale (l’unico che avrebbe qualche possibilità di recuperare all’ultimo istante). Poi mancheranno anche Spighi e Barbuti (ancora infortunati).

Dando per acclarato che dalla cintola di mediana in su cambierà molto, ma non moltissimo (Proietti centrale con Ranieri  –o Zenuni o Mantini-, Persia e De Grazia) e con Piccioni e Zecca o Bacio Terracino davanti, è la linea difensiva a destare grandissime preoccupazioni.

Ci sarà spazio obbligato, allora, per Altobelli; sarà lui a far coppia con Fiordaliso centralmente e con Mastrilli e Celli esterni di difesa. Le cose potrebbero variare semmai si recuperasse Vitale: in tal caso la difesa potrebbe anche schierarsi a tre con Altobelli insieme a Fiordaliso e Vitale, a destra e a sinistra, spostando in mediana il raggio di azione di Mantini (Ranieri e Zenuni tornerebbero in panca).

Una cosa è certa: non vorremmo essere nei panni di Agenore Maurizi, anche se sono proprio queste le circostanze nelle quali il bravo allenatore riesce a fare le cose più giuste.

Paradossalmente, contro il Pordenone, il qualcosa in più dovrà darlo il pubblico: certo, di martedì, in notturna ed al freddo. Contro uno squadrone ed in concomitanza con la Champion’s League: niente mugugni se qualcosa non andrà per il verso giusto da subito. Mai come in questa circostanza la squadra andrà incoraggiata, dall’inizio alla fine.

Read Previous

CHE TEMPO FARÀ MARTEDÌ 11 DICEMBRE 2018… A CURA DI PIERLUIGI CASALENA

Read Next

MARTINSICURO, DEVE SCONTARE UN ANNO PER FURTO: ARRESTATO 38ENNE TUNISINO