Breaking News :

Basket A2, Roseto espugna il PalaSavelli e supera Montegranaro (78-79)

ROSETO – Gli Sharks espugnano il PalaSavelli di Porto S.Giorgio contro  Montegranaro con una grandissima prova, al termine di una gara intensa,  decisa solamente negli istanti finali del match ( decisivo lo 0/2 ai  liberi di Thompson ), tornando a vincere dopo tre stop consecutivi. Ci  si aspettava si una grande prova dai biancazzurri e non a caso è  arrivata, una partita decisa totalmente nell’ultimo parziale: bravi gli  squali a crederci fino alla fine, grazie ad una difesa tostissima capace
di lasciare ai padroni di casa solamente 8 punti nell’ultima frazione.  Per Roseto super la gara di Jordan Bayehe, 20 punti, 6 rimbalzi e i  canestri fondamentali nel finale, Canka ne mette 17, 12 di un grande  Ciribeni e 9 di Pierich; dall’altra parte 22 di Thomas, 11 a testa per  Thompson, Mastellari e Cucci.

D’Arcangeli parte con il solito starting five delle prime 6 gare, ovvero  Nikolic, Canka, Menalo, Bayehe e Lattin, risponde Ciani con Bonacini,  Thomas, Mastellari, Serpilli e Thompson: gli Sharks iniziano la gara  meglio dei locali, 2-6 dopo tre minuti con Canka e Bayehe in evidenza, i  marchigiani si aggrappano alla verve realizzativa di Mastellari (11  all’intervallo per l’ex Brescia), schiacciata di Thomas per il 13-8 al 5° e successivo timeout di D’Arcangeli. Il coach rosetano rimescola le carte inserendo De Fabritiis e Ciribeni, Bayehe torna a segnare ma Serpilli insacca la prima tripla e massimo vantaggio locale sul 17-10: Canka segna e subisce fallo, Bayehe dai 6,75 e gli Sharks sono lì, con Nikolic che pareggia dopo due liberi. Unica nota negativa l’uscita dal campo di Giordano , sanguinante al volto, dopo uno scontro con Thompson.
Il secondo periodo inizia subito con un break locale, 9-0 di parziale in un amen: Montegranaro comincia ad essere più aggressiva e ovviamente  anche l’attacco ne giova maggiormente. L’entrata sul parquet di Pierich scuote positivamente i biancazzurri, 31-24 al 14°, ancora Canka con una scorribanda delle sue, poi Ciribeni con una rubata ed un facile lay-up
per il meno 3, 33-30. Ancora girandola di cambi per i due coach, Serpilli commette il terzo fallo, e allora gli Sharks tornano essere incisivi a livello offensivo: Pierich da tre per il pareggio, ancora Ciribeni da sotto, con Mouaha che ne mette 4 in fila per il 41-45 dell’intervallo. Sharks avanti.

Al rientro dall’intervallo lungo la Sapori Veri mette la quinta, i canestri di Canka e Bayehe portano i marchigiani biancazzurri sopra di 7 punti ( 46-53), Ciribeni con una triplissima addirittura firma il massimo vantaggio sul +11 ( 48-59 al 24° ). Il pubblico rosetano (almeno 150 i supporters biancazzurri ) comincia a credere nell’exploit dei suoi, Bayehe non sbaglia un colpo e controbatte ad un canestrissimo di Palermo: ma nel miglior momento rosetano ecco venir fuori il campione, ovvero Aaron Thomas, autentico trascinatore dei marchigiani.
L’americano ex Roma e Scafati scrive 7 punti in un amen, ancora Bayehe segna da 8 metri e subisce fallo, 62-68 al 28°, Roseto spreca in attacco e Thompson devasta il canestro rosetano con 2 schiacciate di fila per il 70-70 di fine periodo.

Gli ultimi dieci minuti sono incandescenti, il pubblico locale torna ad essere rumoroso ma anche i supporters rosetani non sono da meno: non si segna praticamente mai per oltre 2 minuti, il primo punto del quarto è di Cucci per il sorpasso locale; Roseto non si scompone, Mouaha con una bella penetrazione scrive finalmente due punti, Canka per la parità a quota 73 al 34°. La stanchezza comincia a farsi sentire, D’Arcangeli si affida al duo Canka-Bayehe, quest’ultimo torna ad essere un fattore e firma il +2 : Cucci da sotto per il pareggio, ma il camerunense degli Sharks è in serata super, segna e subisce fallo per il 75-77 a tre dalla fine. Si decide tutto in questi frangenti: Montegranaro annaspa, ma Bonacini caccia dal cilindro una triplissima per il controsorpasso sul 78-77, Mouaha con un gran canestro per il nuovo vantaggio biancazzurro sul 78-79. Due minuti al termine, Montegranaro si affida a Thomas, quest’ultimo sbaglia da tre, ma Roseto non capitalizza con Nikolic, si
resta sul 78-79. Si entra nell’ultimo minuto, la palla di Bonacini non va dentro, gli Sharks hanno con Mouaha e Nikolic il pallone per chiudere l’incontro ma i due non ne approfittano e allora ultimo attacco locale a 17 secondi. Timeout di Ciani e poi di D’Arcangeli: Thomas si isola nell’angolo, sbaglia ma il più lesto ad arrivare sul pallone è Thompson, su cui Lattin commette fallo ad un secondo dalla fine: due liberi per il centro americano della Poderosa. Il rookie di Montegranaro ha tra le mani l’occasione per chiudere la gara, ma l’americano tira entrambi i liberi cortissimi, decretando la vittoria per gli Sharks.
Si conclude 78-79 per Roseto, una vittoria che vale doppio: vittoria di cuore, di testa, di rabbia !

Read Previous

Basket B, una bella Globo Giulianova sfiora il colpo a Rimini (68-64)

Read Next

FOTO | Giulianova, da Piazza Dalmazia a via Nazario Sauro: le proposte sostenibili del Cittadino Governante