Coronavirus, a Teramo alcuni uffici aperti al pubblico, altri solo per appuntamento: stop definitivo ai mercati

TERAMO – Con una Disposizione da poco emanata il Sindaco, tenuto conto del nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, dell’evolversi della situazione epidemiologica, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia, dell’incremento dei casi sul territorio nazionale e della conseguente necessità di adottare, nel rispetto del principio di precauzione, ulteriori misure proporzionali ed adeguate alla prevenzione della diffusione del virus anche sul territorio comunale, integrando l’ordinanza n. 58 del 09/03/2020, ha decretato quanto segue:
APERTURA AL PUBBLICO degli uffici comunali previo appuntamento telefonico, con le eccezioni dei seguenti Uffici nei quali l’afflusso sarà in ogni caso contingentato all’ingresso:
– l’Ufficio protocollo, sito in Via della Banca;

– l’ URP, contestualmente trasferito presso il Parco della Scienza;

– L’ufficio dei Messi notificatori, sito in Via della Banca;

– il COC, sito presso il Parco della Scienza;
– il Servizio Sociale, limitatamente ai procedimenti inerenti il CAS, sito in Via D’Annunzio.
– Ufficio dei servizi demografici e di stato civile, limitatamente agli atti di morte ed agli atti di nascita, siti in Piazza San Francesco.

– degli Uffici Amministrativi della Polizia Locale, siti in Piazza San Francesco.

– Tutti gli Uffici non aperti al pubblico secondo il regime ordinario saranno contattabili da parte dell’utenza in via telefonica nei consueti orari lavorativi nonché via pec e via mail, ai recapiti che saranno specificamente pubblicati sul sito istituzionale del Comune.
– Il Sindaco e gli Assessori, oltre a garantire incontri indispensabili, inderogabili e urgenti, risponderanno a tutte le e-mail che perverranno oltre a richiamare tutti coloro che lasceranno il proprio recapito, agli indirizzi mail, che saranno specificamente pubblicati sul sito istituzionale del Comune.
– La sospensione delle cerimonie civili fino al 3 aprile 2020. Pertanto, in questo periodo, il Comune non può svolgere cerimonie di matrimoni civili ed unioni civili.

– La chiusura di tutti i musei ed istituti e luoghi della cultura di competenza del comune di Teramo.

– Che tutte le attività di ristorazione e bar, tutti gli esercizi commerciali presenti nel territorio comunale, le medie e grandi strutture di vendita e gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati chiusi, le farmacie, le para-farmacie ed i punti vendita di generi alimentari diano formale comunicazione all’Ufficio Commercio del Comune ed alla Polizia Municipale delle misure organizzative adottate per garantire lo svolgimento dell’attività nel rispetto delle prescrizioni di contingentamento delle presenze e di mantenimento della distanza interpersonale di un metro.

La sospensione dello svolgimento di tutti i mercati settimanali locali e frazionali del territorio comunale e comunque riservandosi successive disposizioni, anche all’esito dell’evoluzione normativa ed epidemiologica;

Il rinvio a data da destinarsi di tutte le fiere previste nel territorio dal Comune di Teramo.

SI INVITANO pertanto TUTTI I CITTADINI a comunicare con gli Uffici Comunali preferibilmente tramite e-mail o telefono o PEC, ed a recarsi presso i suddetti uffici solamente per le pratiche urgenti ed indifferibili, o per scadenze/adempimenti previsti dalla Legge, che in modo assoluto non si possano risolvere tramite p.e.c. o email o telefono.

Read Previous

Coronavirus, domenica a Pineto la Santa messa in diretta facebook

Read Next

Coronavirus, altri 15 casi in Abruzzo (due uomini a Teramo): i pazienti positivi salgono a 54