IMPIANTI PRATI DI TIVO, BUFERA IN PROVINCIA: LA SIGET RINUNCIA ALLA GESTIONE MENTRE LA RICONSEGNA LAVORI E’ FISSATA AL 18 GENNAIO

TERAMO – Con una comunicazione arrivata ieri sera, la Siget Srl ha rinunciato alla gestione degli impianti di Prati di Tivo. La notizia è arrivata come un fulmine al ciel sereno in Provincia e alla Gran Sasso Teramano, la società attualmente in liquidazione, che gestiva gli impianti. Notizia confermata dal liquidatore Gabrile Di Natale oggi in riunione in via Milli per trovare una soluzione con il Presidente Diego Di Bonaventura. “Ce la stiamo mettendo tutta e cercheremo di trovare subito una nuova società – spiega Di Natale -. Abbiamo bisogno di un caposervizio”. Nel pomeriggio ci sarà un incontro in Provincia. Nel frattempo i lavori ai Prati proseguono e il 18 gennaio dovrebbe esserci la riconsegna. A questo punto però senza un gestore, tutta questa corsa operata da Gst ed Ente per la riapertura, rischia di vanificarsi in un nulla di fatto“.

Read Previous

CALCIOMERCATO TERAMO. ARRIVATO CLAUDIO SPARACELLO: VA VIA FEDERICO ZENUNI

Read Next

TE.AM, NON C’E’ PACE: ISPEZIONI DELLA ASL NELLA SEDE DI PIAZZA GARIBALDI: IL PROBLEMA ORA E’ IL FREDDO