Due furti con spaccata, un arresto ed un secondo accusato di evasione e di ricettazione

PESCARA – Due furti con spaccata, nella notte, tra Pescara e Francavilla al mare (Chieti). In entrambi i casi è stata utilizzata un’automobile come ariete. Le indagini avviate dai Carabinieri dopo i due colpi hanno portato ad un arresto: si tratta di un 19enne di Montesilvano che solo pochi giorni fa era finito ai domiciliari per una serie di spaccate commesse a Pescara. Il 19enne – il giovane, peraltro, a ottobre 2018 fu vittima, insieme alla fidanzatina, di una brutale aggressione nel centro del capoluogo adriatico – è stato arrestato per evasione e ricettazione; l’auto su cui viaggiava è risultata rubata. Non è escluso che sia il responsabile dei furti, ma in tal senso sono in corso accertamenti. A Pescara è stata presa di mira una pizzeria di Portanuova. Prima è stata infranta la vetrata con un’automobile, poi sono stati presi i soldi presenti in cassa. Modalità analoghe in un colpo ai danni di un’attività commerciale di Francavilla. Il giovane è stato bloccato nel quartiere Rancitelli di Pescara, all’altezza del ‘Ferro di cavallo’, a bordo di una Fiat Panda risultata rubata il 24 ottobre. I Carabinieri del Norm di Pescara lo hanno quindi arrestato. Ora è di nuovo ai domiciliari – ANSA –

Read Previous

Il teramano Diego Pomanti finalista alla World Photographic Cup 2020

Read Next

FOTO | Lions Club Teramo, celebrata la 62a Charter Night e consegnati ai bambini autistici del Marocco i giochi didattici