TERAMO – Se sono rose fioriranno presto, forse anche nell’ultimo giorno utile per presentare il progetto salva-Teramo (domani, mercoledì 10 agosto).

Certo è che nel pomeriggio il Sindaco Gianguido D’Alberto ha avuto un incontro con l’imprenditore romano Lorenzo Ponzuoli, titolare del Gran Caffè Santos allargato ad altri imprenditori della città, anche giovani ma vogliosi di fare bene, con l’intento di creare delle solide basi per un progetto a medio-lungo termine (erano sicuramente presenti Romolo De Baptistis, Filippo Di Antonio ed Edy Rastelli – figlio del campianto Lido -).

Pare che, nel corso della riunione, sia stato contattato telefonicamente anche Giovanni Cerulli Irelli, al quale è stato chiesta la disponibilità per rappresentare l’eventuale futuro calcistico biancorosso da presidente onorario. La proposta all’amministrazione comunale di Teramo, almeno inizialmente, verrebbe presentata da una costituenda SSD (società sportiva dilettantistica), che poi si trasformerebbe in società di capitali.

La punta di diamante, in questa fase, è rappresentata sicuramente da Lorenzo Ponzuoli, che domani rientrerebbe nuovamente a Teramo: ci ha confermato d’essere molto ben allineato verso questa direzione, quella che darebbe il là alla costituzione di una società quindi variegata e non figlia di un padre-padrone.

Per la nostra città, peraltro, sarebbe un’autentica novità, considerando che si troverebbe per la prima volta dinanzi ad un “gruppo proprietario” che lavorerebbe con sforzi ed investimenti decisamente più abbordabili per ciascuno di loro e, soprattutto, con un obiettivo da dover continuare a perseguire: ampliare la base strutturale, sempre più, al territorio.

Che ne pensate? – nella foto Lorenzo Ponzuoli -.